I segreti dell’abbronzatura perfetta a seconda della carnagione? Ecco i consigli da seguire, le migliori creme e gli alimenti da preferire per avere una tintarella ad hoc.

Il principio che regola l’abbronzatura è la protezione della nostra pelle dai raggi solari. In particolare, i responsabili della nostra tintarella sono i raggi UVA e UVB, che quando incontrano la nostra pelle la portano a secernere la melanina (nello specifico i melanociti, cellule presenti nella pelle), un pigmento scuro che effettivamente ci fa abbronzare. La cosa importante da capire, però, è che non tutti producono le stesse quantità di melatonina, in quanto le persone che hanno una carnagione scura tendono a produrne di più, tendendo quindi a diventare più scuri, mentre per i più chiari vale il ragionamento opposto (con il rischio anche di scottarsi più facilmente).

Ma allora com abbronzarsi senza scottature? La predisposizione all’abbronzatura varia in base al proprio codice genetico: chi ha la carnagione più chiara si abbronzerà di meno, e se la melatonina prodotta non è sufficiente per proteggersi dai raggi UV allora si potrà incorrere in una scottatura (ovvero le cellule della nostra epidermide si “suicidano”, portando al dolore al rossore).

Come prepararsi ed evitare le scottature e abbronzarsi al meglio? Ecco alcuni consigli per avere la pelle ben idratata e pronta per abbronzarsi, in sicurezza, grazie al giusto mix tra l’uso di creme protettive e un’alimentazione corretta!

Come avere un’abbronzatura perfetta

Per ottenere una abbronzatura perfetta (anche a casa) non bastano solo creme e oli solari, ma gioca un importante ruolo anche l’alimentazione. Tutti desideriamo una pelle bella, idratata, senza inestetismi o secchezza e soprattutto, quando arriva la bella stagione, non vediamo l’ora di poter sfoggiare una tintarella uniforme e bella da vedere.

Ragazza in spiaggia
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/ragazza-bikini-beach-estate-622534/

Idratazione della pelle: l’abbronzatura sarà wow!

Come già anticipato, ci sono diversi fattori che contribuiscono ad un’abbronzatura invidiabile, senza pelle screpolata e coloriti eccessivamente rossi che di molto si allontanano dal colorito naturale che tutti desideriamo.

Prima fra tutte l’idratazione: per un corpo snello e sano e per una pelle tonica e idratata, soprattutto se fa molto caldo, è importante bere almeno due litri di acqua fresca ogni giorno. Oltre ai benefici apportati all’intero organismo, bere molta acqua aiuta anche la pelle a rimanere più elastica.

Per preparare la pelle all’abbronzatura dei nostri sogni si consiglia di utilizzare uno scrub sotto la doccia almeno una settimana prima di esporsi ai raggi UV. Così facendo, si elimineranno le cellule morte e la pelle in superficie sarà molto più tonica: dopo la doccia meglio cospargere tutto il corpo con dell’ottima crema idratante.

Creme solari e doposole da utilizzare

Le creme, che piacciano o no, sono in realtà un importante alleato per una tintarella al massimo, in particolare per chi ha la carnagione chiara. Le creme solari, infatti, sono fondamentali durante tutta l’esposizione sotto i raggi solari perché proteggono la pelle dai raggi UV. Per i primi soli si consigliano protezioni alte, anche fino a 50+, per poi diminuire con la gradazione. Per chi ha la pelle chiara è consigliabile andare con ancora più cautela, con protezioni sempre molto elevate per diverso tempo.

Crema estate
Crema estate

Ogni giorno dopo l’esposizione e dopo una doccia fresca, si consiglia una lozione doposole, perfetta per re-idratare la pelle dalla secchezza causata dal caldo e dal sole e per mantenere a lungo la tintarella che tanto desideriamo avere.

Alimenti da preferire

L’alimentazione, poi, è uno dei principali fattori responsabili di una pelle sana: per un’abbronzatura doc, poi, si consigliano alimenti ricchi di melanina, ossia cibi che contengono la vitamina A e la vitamina C. Il punto di forza sta nell’unione: assumendo regolarmente vitamina A e C riuscirete non solo ad avere una tintarella perfetta, ma anche ad avere una pelle perfettamente giovane.

A favorire la produzione di melanina – i pigmenti bruni che danno il colore tipico dell’abbronzatura – sono proprio la vitamina A e la vitamina C, due sostanze utili per favorire l’abbronzatura e il suo mantenimento. Ma quali cibi le contengono?

Per riconoscere facilmente i cibi ricchi di vitamina A basta guardarne il colore: spesso gli alimenti che la contengono hanno il tipico colorito arancione, che indica anche la presenza di betacarotene. Via libera quindi a carote, albicocche, melone, arance, mango, ma anche pomodori, parmigiano e uova.

I cibi ricchi di vitamina C sono i peperoni, il cavolfiore, le fragole, i limoni e il kiwi; tutti questi alimenti sono ottimi per il mantenimento della tintarella, ma anche per la prevenzione dell’invecchiamento cutaneo, grazie all’importante potere antiossidante.

Ultimo, ma non per importanza, l’utilizzo degli integratori per l’abbronzatura. Se gli alimenti che assumiamo quotidianamente non fossero abbastanza, esistono in commercio degli integratori ricchi di betacarotene e papaya, due elementi che aiutano l’abbronzatura anche per le pelli più chiare e meno abituate ai raggi solari.

Come mantenere l’abbronzatura?

Mantenere l’abbronzatura a lungo è possibile, ma è importante seguire qualche accorgimento per far si che il colorito bruno della pelle non scompaia dopo pochi giorni dall’esposizione solare (in particolare in autunno o in inverno). Ecco i consigli da seguire:

abbronzatura
abbronzatura

-Mantenere la pelle idratata quotidianamente. Ogni mattina e ogni sera è consigliato cospargere sul corpo grandi quantità di crema idratante ad alto contenuto di burri e oli, elementi in grado di arrivare fino in profondità. Alla crema si può anche aggiungere anche qualche goccia di autoabbronzante per far durare l’effetto ancora più a lungo.

-Gli scrub andrebbero fatti almeno una volta a settimana anche dopo l’esposizione solare, per eliminare le cellule morte e per evitare macchie sulla pelle. Da preferire, però, dei prodotti con cristalli più piccoli, meno invasivi e più delicati sulla pelle.

-Meglio evitare creme e lozioni con all’interno l’acido salicilico perché questo componente tende a disidratare la pelle favorendo, dopo l’esposizione solare, la scomparsa più rapida della tintarella.

Dieta per l’abbronzatura: le ricette

Cucinare in estate può di certo diventare pesante, soprattutto se siete appena tornati da una giornata stancante o se le temperature sono state eccessivamente calde. È però importante variare nell’alimentazione quotidiana, soprattutto se fa caldo, perché il corpo tende a bruciare molte più calorie. Ecco allora le ricette che vi proponiamo, semplici e gustose:

– Direttamente dalla Spagna, il gazpacho: con pochi ingredienti e una lavorazione non eccessivamente lunga, potrete preparare un piatto molto gustoso ed estivo, perfetto anche per quando si hanno ospiti a cena. Il mix di peperoni, pomodori, cetrioli e cipolle rosse sarà un toccasana per la vostra tintarella!

Insalata fredda di farro e orzo: i legumi sono molto importanti per una pelle sana, quindi non vanno eliminati durante per il periodo estivo. Visto il caldo, però, si può preparare un mix di farro e orzo e farlo raffreddare: al momento di mangiare si può condire liberamente con dei pomodorini, delle carote tagliate a cubetti, dell’insalata valeriana e un filo di olio extravergine di oliva. Semplice ma veramente buonissimo!

Centrifugato di carote
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/antiossidante-bevande-carota-taglio-3496265/

– Se a metà mattina o a metà pomeriggio vi viene fame, potete preparare dei centrifugati di frutta e verdure: un mix di carota, mela e fragola è perfetto per aiutare la pelle a mantenere l’abbronzatura oltre che ad essere davvero buonissimo e dissetante!

Miglio cotto all’orientale: con questo piatto, che volendo si può anche consumare tiepido, il mix di vitamine presenti è veramente molto alto. Basta far bollire il miglio nel brodo vegetale e poi condirlo con qualche goccia di salsa di soia, della menta, del prezzemolo fresco e del cipollotto saltato in padella. Genuino e molto saporito!

– Per dolce proprio non sapete cosa mangiare? Le ciliegie possono essere un valido alleato: con questo frutto si possono preparare moltissimi dolci, ma in assenza di tempo potete mangiarle da sole perché sono ricche di moltissime proprietà nutritive e perfette anche per la dieta dell’abbronzatura!

Fonte foto copertina: https://pixabay.com/it/photos/ragazza-bikini-beach-estate-622534/


Tutto sulla dieta del gruppo sanguigno: la salute prima di tutto!

Ansiolitici naturali: contro ansia e disturbi del sonno sono l’ideale