A cosa serve l’Aloe Vera? Una pianta utile e versatile

Disintossicante, antinfiammatorio, antibatterico

chiudi

Caricamento Player...

A cosa serve l’Aloe Vera? Il succo di questa pianta succulenta ha molteplici proprietà benefiche, utili a tutto l’organismo.

Dalla costituzione delle proteine alla depurazione dell’organismo

L’Aloe Vera è una pianta succulenta che nella nostra penisola è diffusa essenzialmente nelle isole e nel Mezzogiorno d’Italia. Il succo che si ricava dalle sue foglie e che si vende comunemente in erboristeria o nelle farmacie con un reparto dedicato ai rimedi naturali, ha diversi utilizzi.

Si tratta innanzitutto di un alimento ricchissimo di aminoacidi essenziali (ben 7) non prodotti dal nostro organismo e di 19 aminoacidi necessari per la costituzione di proteine.

In qualità di depurativo è estremamente efficace per liberare l’organismo dalle tossine che possono affaticarlo e abbassare i livelli di energia di cui dispone. In particolare, l’aloe vera può risultare molto utile assumere regolarmente aloe vera durante i periodi di forte stress fisico.

Il succo di Aloe Vera è anche in grado di regolare la quantità di zuccheri presenti nel sangue, aiutando a prevenire l’insorgenza di diabete in soggetti che risultino geneticamente predisposti.

L’assunzione di succo di Aloe Vera aiuterà anche a mitigare i dolori causati da infiammazioni dovuta ad atrite e dolori muscolari di vario tipo.

Chi è reduce da un’infezione oppure intende ridurre il rischio di contrarne durante il periodo invernale può assumere succo di Aloe Vera per rafforzare il sistema immunitario rendendolo più efficiente grazie ai polisaccaridi che contiene.

Cura della pelle: a cosa serve l’Aloe Vera

L’Aloe Vera ha anche proprietà antimicotiche e antisettiche. Per questo motivo risulta piuttosto efficace nel trattamento di acne e infezioni della pelle che regrediranno progressivamente se trattate con gel di Aloe appositamente formulato.

Nella stagione estiva il gel di Aloe Vera è un alleato prezioso per ridurre le irritazioni della pelle dovute alla troppo prolungata esposizione al sole ed evitare le screpolature.