Colori e rinascita di un nuovo mondo, così la sfilata Versace sogna la primavera/estate 2021 alla Milano Fashion Week 2020. Una collezione che guarda al futuro.

Passerella a porte chiuse anche per la sfilata di Versace alla Milano Fashion Week 2020, trasmessa in streaming per presentare la collezione primavera/estate 2021. Speranza, ottimismo ed uno sguardo dritto verso il futuro hanno ispirato Donatella Versace.

La stilista ha creato così una serie di outfit che si fanno portavoce di un nuovo mondo, ricco di fantasia e armonioso: un mondo di evidente ispirazione marina che prende il nome di Versacepolis.

Outfit ispirati alle bellezze, alla flora e alla fauna dei fondali, in un mood estivo e di rinascita: l’idea infatti è quella di un mondo sommerso pronto a riemergere.

Sfilata Versace alla Milano Fashion Week

L’idea di Donatella Versace è stata quella di pensare a qualcosa di nuovo, che ci portasse con la fantasia oltre quello che abbiamo vissuto: gli abiti ci accompagnano così in questo nuovo mondo che risorge dalle rovine, tra noto e sconosciuto. Gli abiti easy glamour, sono le corazze gentili che distinguono gli abitanti della Versacepolis.

“Ho voluto creare qualcosa di dirompente, qualcosa che potesse essere in sintonia con ciò che è cambiato dentro tutti noi. Per me ha significato sognare un nuovo mondo”, così la stilista del marchio della Medusa ha raccontato il motivo ispiratore della collezione primavera/estate 2021.

Versace: la primavera/estate 2021 di gioia, bellezza ed energia

Stelle marine ed elementi acquatici dai colori sgargianti caratterizzano una collezione che immagina uomini e donne che come creature fantastiche popolano la Versacepolis, città di gioia, pace e armonia.

La palette delle nuance di Versace è la più ricca e completa della fashion week, impreziosita anche da decorazioni brillanti in rilievo, che animano blazer, shorts e abiti comodi, corti o lunghi, plissettati, con volant che si ispirano alle onde del mare. Occhio anche alle bag: delle mini prêt-à-porter e prima fra tutte Medusa, un nome che più che mai ci sta a pennello.

Una collezione che punta su tessuti come jersey e piqué in tessuto organico dall’abbigliamento urban a quello beach, segno della filosofia sostenibile perseguita già da diverso tempo dal brand.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19

TAG:
milano fashion week

ultimo aggiornamento: 28-09-2020


L’abito è senza tempo: la lezione-sfilata di Giorgio Armani alla MFW 2020

Elettra Lamborghini sposa da sogno: i tre abiti del suo matrimonio