Veloce come il vento, chi sono gli attori?

Scopriamo chi sono i protagonisti del film del momento “Veloce come il vento” attualmente nelle sale cinematografiche e campione di incassi

chiudi

Caricamento Player...

Il film “Veloce come il vento” è uscito nelle sale cinematografiche lo scorso 7 aprile riscuotendo un grandissimo successo di critica e pubblico. Ma chi sono gli attori principali di questo successo tutto italiano? Gli attori principali sono: Stefano Accorsi e Matilda De Angelis, al suo debutto nel cinema italiano. La regia del film è opera di Matteo Rovere che, ispirandosi a dei personaggi reali, ha creato una storia davvero fantastica.

La storia di Veloce Come il Vento

La storia è molto avvincente ed è ambientata in Emilia Romagna dove Giulia, interpretata dalla giovanissima Matilda De Angelis, si ritrova a dover crescere da sola il fratello minore Nico interpretato da Giulio Pugnaghi. Quest’ultimo spinto dalla passione, ma anche dalla necessità di far soldi decide di diventare un pilota nel campionato di macchine GT. Giulia De Martino, per aiutare il fratello minore Nico, chiede l’intervento del fratello Loris interpretato da Stefano Accorsi anche lui ex pilota diventato tossicodipendente subito dopo aver lasciato le corse.

Loris come il campione Carlo Capone

Per la figura del protagonista Loris, il regista si ispira a Carlo Capone, un ex pilota vincitore del Campionato Europeo di Rally nel 1984, diventato tossicodipendente subito dopo aver chiuso con le gare. Oggi l’ex pilota è ricoverato in una struttura psichiatrica del Piemonte. Nel film Carlo Capone rivive nella fisicità e nel viso di Stefano Accorsi, che guida un’auto “storica”, ossia una Peugeot 205 Turbo, vincitrice negli anni 1985/1986 del Campionato del mondo di rally. La trama del film è incentrata sul rapporto conflittuale e difficile tra i due fratelli. Molte delle scene sono state girate sui circuiti di Imola, di Monza e di Vallelunga ed una corsa clandestina a Matera, mentre diverse corse automobilistiche sono state riprese
durante delle vere gare.
(foto copertina Facebook)