La vaccinazione in gravidanza tutela la salute delle mamme e dei loro bambini, vediamo quali sono i vaccini raccomandate.

La vaccinazione in gravidanza permette di proteggere la futura mamma e il suo bambino dal rischio di contrarre malattie infettive. Ci sono alcuni vaccini che possono essere somministrati durante la gestazione, come il vaccino contro la pertosse e il vaccino antinfluenzale.

Se contratta dal neonato la pertosse può avere conseguenze gravi, per questo la vaccinazione viene raccomandata ad ogni gravidanza. Anche l’influenza può comportare difficoltà respiratorie per la futura mamma, specialmente dal secondo trimestre in poi. Prima di vedere quando vengono somministrati questi vaccini in gravidanza, vediamo quali vaccinazioni andrebbero eseguite in previsione del concepimento.

Prima della gravidanza

Ci sono alcuni vaccini che non possono essere somministrati durante i nove mesi di gestazione, per questo motivo se si programma una gravidanza bisognerebbe assicurarsi di effettuarli prima. Proteggersi da morbillo, rosolia, parotite e varicella è particolarmente importante poiché durante la gestazione un’infezione di questo tipo può essere molto rischiosa per la salute del piccolo.

Vaccino
Vaccino

Inoltre, il vaccino MPR (contro morbillo, parotite e rosolia), così come quello per prevenire la varicella, non possono essere somministrati a gravidanza iniziata. Se si vuole avere un bambino è importante quindi assicurarsi di essere già vaccinate o di farlo almeno un mese prima. Solitamente, infatti, queste vaccinazioni, insieme anche a quella contro il papilloma virus (HPV) vengono raccomandate intorno ai 12 anni, nel caso in cui non siano state eseguite prima.

Vaccinazione dTpa in gravidanza

Una delle principali raccomandazioni sulle vaccinazioni in gravidanza è di eseguire quella contro la difterite, il tetano e la pertosse. Per la prevenzione di queste malattie infettive viene somministrata una vaccinazione unica, chiamata dTpa. Questo vaccino deve essere effettuato ad ogni nuova gravidanza, indipendentemente dai vaccini precedenti e anche dall’aver contratto o meno la pertosse.

Il ministero della Salute consiglia di somministrare il vaccino dTpa durante la 28esima settimana di gravidanza, o in ogni caso nel periodo che va dalla 27esima alla 36esima settimana. Quando la gravidanza è nel corso della stagione in cui si ha il picco influenzale, occorre anche vaccinarsi contro l’influenza. In questo caso il vaccino in gravidanza può essere somministrato in uno qualsiasi dei trimestri.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 21-01-2021


Cosa succede quando il piccolo è in posizione podalica?

Da cosa dipende la fertilità femminile e come cambia negli anni