Il vaccino antinfluenzale durante il periodo della gravidanza non è collegato a rischi per la futura mamma o per il bambino. Vediamo quando è consigliato.

In alcuni paesi, come anche in Italia, è raccomandato il vaccino antinfluenzale in gravidanza nei casi in cui la gestazione avvenga nel periodo di maggiore diffusione dell’influenza. Inoltre, la vaccinazione antinfluenzale è anche consigliata nel periodo subito successivo al parto. Oltre alle donne in gravidanza il vaccino contro l’influenza è raccomandato anche in presenza di alcune patologie croniche, soprattutto per chi soffre di malattie respiratorie, o per chi è cadiopatico.

Tutte queste situazioni, insieme anche all’età sono esempi di casi in cui la vaccinazione antinfluenzale, pur non essendo obbligatoria, è raccomandata perché si rientra nei soggetti definiti “ad alto rischio”. Vediamo quando deve essere effettuato il vaccino nel periodo della gestazione.

Vaccino antinfluenzale in gravidanza: quando farlo

Le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, a cui si allinea e attiene anche il nostro ministero della salute, non specificano un periodo definito in cui effettuare il vaccino.

Vaccino
Vaccino

La vaccinazione antinfluenzale in gravidanza può essere quindi eseguita in un momento qualsiasi dei tre trimestri. Tuttavia ci sono meno studi sul vaccino antinfluenzale in gravidanza nel primo trimestre, mentre gli esperti hanno analizzato un numero maggiore di dati sul secondo e terzo trimestre.

Esistono controindicazioni del vaccino antinfluenzale?

Come per tutti i farmaci anche per il vaccino antinfluenzale esistono delle controindicazioni, in particolare non bisogna somministrare il vaccino in neonati che non abbiano ancora compiuto sei mesi. In questo caso, vista la difficoltà di condurre degli studi clinici adeguati, e l’impossibilità di vaccinare i neonati si suggerisce in alternativa di far vaccinare i familiari in modo da tutelare i neonati.

Per quanto riguarda la gravidanza, invece, gli studi condotti finora non hanno riscontrato nessun rischio per la gestante o per il nascituro. Inoltre, un altro falso mito è che non si possa fare il vaccino contro l’influenza stagionare durante l’allattamento.

Iniezione
Fonte foto: https://pixabay.com/it/vaccinazione-impfspritze-medico-2722937/

Allo stato attuale con i risultati ottenuti finora sugli studi sulla sicurezza del vaccino antinfluenzale stagionale, l’OMS raccomanda la vaccinazione contro l’influenza nel periodo Covid a tutte le donne in gravidanza e nella fase post-parto.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Cos’è la SIDS, sindrome della morte in culla e cosa la causa?

Cosa si intende per calcolo dell’ovulazione?