Quanti usi ha la candeggina per la pulizia e l’igiene della casa? Dall’azione sgrassante, a quella anti-muffa, scopriamoli tutti!

La candeggina nasce con lo scopo di eliminare le macchie ostinate dai tessuti. Tuttavia, data la sua potente efficacia sgrassante, disinfettante e sbiancante viene adoperata in molteplici contesti dell’ambiente domestico, dalla classica pulizia quotidiana di piani cottura e stoviglie ad ottimo alleato per il giardinaggio. Gli usi della candeggina, dunque, non si limitano a disinfettare, ma spaziano per tutta la casa e anche al di fuori.

Scopriamo come sfruttare al meglio la candeggina per usi domestici e non solo.

Candeggina
Candeggina

Candeggina: proprietà e utilizzi classici

La candeggina ha un ottimo potere disinfettante. Versandone un po’ in un secchio di acqua fredda, si può usare la per pulire e disinfettare i pavimenti. È ottima soprattutto per lavare pavimenti molto sporchi o per le superfici esterne.

Grazie alle proprietà sbiancanti, può essere usata direttamente per sbiancare le superfici macchiate. Attenzione, però, a non applicarla sulle superfici colorate, ma solamente su quelle bianche. Provate, ad esempio, ad applicarla con una spugna su delle scarpe di tela – le classiche sneakers bianche – strofinando dove ci sono le macchie. Lasciate agire per circa dieci minuti e strofinate passando sotto l’acqua tiepida.

Le proprietà sgrassanti lo rendono anche un alleato nelle pulizie domestiche. Ideale per eliminare i cattivi odori e l’unto dalla cucina su stoviglie e piano cottura. Potete versare in una bacinella piena di acqua tiepida mezzo bicchiere di candeggina e lasciate agire per circa venti minuti. Lavate poi con un detersivo sgrassante aggiungendo qualche goccia di limone per attenuare l’odore della candeggina qualora non fosse sufficiente il detersivo.

Candeggina: usi alternativi in casa e in giardino

Uno dei peggiori nemici dei luoghi umidi della casa è la muffa. Questo metodo è sicuramente efficace, ma bisogna indossare una mascherina durante l’operazione perché rischiate di intossicarvi. Spruzzate la candeggina direttamente sulla zona interessata e lasciate agite per mezz’ora. Con una spugna leggermente abrasiva strofinate poi la parete e vedrete che tornerà tutto bianco come prima.

Anche in giardino, la candeggina può rivelarsi un valido aiuto. Per far crescere in modo prosperoso i vostri fiori freschi recisi aggiungete poche gocce di candeggina in un litro di acqua e versatela sulle radici.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 30-08-2019


Sai quanti germi e batteri ci sono sul tuo telefono? Ecco come pulirlo

Segni su muri e pareti? I consigli della nonna per eliminare le macchie