Thomas Goodman, in arte “Mago delle bolle”, è tra i concorrenti più originali della terza puntata del talent Mediaset. Con le sue narrazioni, porta in studio leggerezza e poesia.

Thomas Goodman ha emozionato e stupito il pubblico di Tu si que vales. Con un look da illusionista con cilindro e frac, si è presentato come narratore di bolle. Non un classico cantastorie, ma un narratore che fa per ogni bolla di sapone ha una storia.

Creando, con le mani, bolle di colore e forme diverse, ha messo in scena una classica ma dolce storia d’amore. Un’arte originale e unica al mondo la sua, che dà consistenza, colore, dimensione alle bolle di sapone, fingendo siano personaggi di una narrazione e amanti che si fondono e danzano sospesi.

“Tenero, leggero, poetico”, lo ha definito Gerry Scotti. Uno spettacolo che farebbe impazzire ogni bambino, ma che ha fatto tornare bambini molti adulti. Come Sabrina Ferilli, quando ha ricevuto in regalo un bolloncino, una bolla poggiata su un filo, il palloncino più originale del mondo. E, infatti, nel mondo non esisteva prima di Goodman.

Un sì all’89% per la giuria popolare, al 100% per i giudici. “Perché quando nella vita trovi qualcuno che danza al tuo stesso ritmo, devi tenertelo stretto”, ci ricorda, mentre lega una bolla ad un filo.

Un maestro di leggerezza e di fantasia. Chapeau.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 02-10-2021


Tu si que vales: le lacrime della Ferilli e il look di Belen

Emma Marrone, pausa in famiglia prima del tour: “Ho il cuore che scoppia d’amore”