Trecce: le tendenze per l’autunno 2016

Più o meno complessi, tutti gli intrecci di tendenza

chiudi

Caricamento Player...

Trecce: le tendenze per l’autunno 2016 accontentano davvero tutte. Trecce semplici, elaborate, raccolte o lunghe.

Le trecce del 2016

L’intero 2016 è stato attraversato da una rinnovata passione per le acconciature intrecciate, che sono state declinate per adattarsi a tutti i tipi di capelli.
Se le ragazze con i capelli mossi hanno optato per trecce morbide e romantiche, che richiamano un po’ le acconciature raccolte di fine Ottocento, chi ha i capelli lisci ha leggermente cotonato le chiome e si è sbizzarrita negli intrecci più complessi da realizzare con diverse tecniche.

Le tendenze più attuali hanno ridefinito le trecce per capelli lisci con strutture molto serrate e oli che le rendano lucide e compatte, come quelle che andavano di moda nei primi anni Novanta.
Gli chignon al contrario perdono la definizione e la formalità che li hanno sempre caratterizzati e si fanno piuttosto casual, semplici da realizzare e da abbinare ad outfit informali. Si sono viste anche piccole crocchie di trecce avvolte sulla cima della testa: anche queste sono reminescenze dei primi anni Novanta, quando la moda strizzava l’occhio ai manga giapponesi.

Trecce: le tendenze per l’autunno 2016: diverse applicazioni della french braid

Le trecce alla francese, ovvero quelle che rimangono aderenti alla testa e raccolgono gradualmente i capelli di tutta la chioma, rimangono un must assoluto. Possono essere realizzate in maniera molto morbida, allentando le singole “maglie” con le mani appena dopo aver realizzato la treccia, oppure in maniera molto rigorosa, ottima per i capelli lisci. Le trecce alla boxeur sono una particolare applicazione delle french braid: i capelli vanno divisi in due metà con molta precisione e ogni metà intrecciata con la tecnica della french bride in maniera che accompagni la curva della testa.
La corona di treccia è una variante che prevede l’esecuzione di una french braid continua che percorre la testa da una tempia all’altra passando prima dalla fronte proseguendo fino a raggiungere la nuca.
Fonte immagine di copertina: Pinterest