Tatuaggio contorno labbra a Milano

Indirizzi utili e prezzi per il trucco semipermanente

chiudi

Caricamento Player...

Tatuaggio contorno labbra a Milano: tariffe e indirizzi di professionisti nel capoluogo meneghino.

Quando eseguire un trucco semipermanente?

Il trucco semipermanente viene eseguito in genere sul volto. Gli interventi più comuni riguardano la linea delle sopracciglia, il trucco della palpebra superiore (eyeliner), il disegno del contorno delle labbra e il riempimento delle labbra.
Si tratta in questo caso di interventi puramente estetici ma che in alcuni casi sono fondamentali per favorire il recupero psicologico dopo un incidente o un intervento di chirurgia estetica particolarmente invasivo.

La pigmentazione può essere utilizzata anche in punti differenti dal viso: è il caso della ricostruzione dell’aureola del capezzolo dopo una mastectomia.

Tatuaggio contorno labbra a Milano

Il tatuaggio semipermanente al contorno labbra è uno dei più semplici da eseguire e richiede in genere una o due sedute di un paio d’ore l’una.
E’ importante non tracciare un contorno che si discosti troppo dal profilo naturale delle labbra e trattare adeguatamente il tatuaggio prima e dopo l’esecuzione per evitare infezioni e insorgere di herpes.
A Milano il centro Backstage è specializzato in questo genere di interventi. Nella fotogallery che mostra il prima e il dopo delle operazioni è evidente l’impegno del centro per restituire a donne con seri problemi post operatori un’immagine il più possibile accettabile.
Sul sito è presente una serie di consigli sul trattamento dei sintomi post pigmentazione come gonfiore ed esfoliazione della parte tatuata. Andranno utilizzate pomate apposite per almeno una settimana.
I prezzi per un trattamento di dermopigmentazione variano da 100 a 800 euro. In genere le due sedute necessarie al disegno del contorno labbra costano 750 euro. Molto spesso è necessario un ritocco a distanza di un mese dalla prima dermopigmentazione: questo dipende esclusivamente dal tipo di pelle della cliente e dalla reazione all’intervento. Non è possibile prevedere quindi se sarà necessario un ritocco dopo trenta giorni prima di valutare la cicatrizzazione posteriore alle prime due sedute.