Cosa provoca la stomatite nei bambini? Vediamo come si manifesta questo disturbo e quali sono i possibili rimedi per contrastarlo.

La stomatite nei bambini è un disturbo piuttosto comune e fastidioso che può presentarsi anche in maniera ricorrente. Il disturbo colpisce la bocca e si presenta con la comparsa di ulcere e vesciche dall’aspetto biancastro che tendono a ricomparire con una certa frequenza. Esistono due forme principali con alcune differenze: la stomatite aftosa e quella erpetica.

Stomatite aftosa nei bambini

La stomatite aftosa è comune nei bambini con più di dieci anni ed è diffusa anche negli adolescenti. Questo disturbo si presenta con la comparsa di piccole ulcere nel cavo orale. Le ulcere, chiamate anche afte, sono dolorose e possono colpire le labbra (nella zona interna), l’interno delle guance o la lingua.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Bambino con stomatite alla lingua
Bambino con stomatite alla lingua

Nel giro di una o due settimane il disturbo si risolve e non resta traccia delle ulcere. Tuttavia spesso il disturbo tende a ripresentarsi in maniera ciclica a distanza di qualche mese dal primo episodio. A differenza della stomatite erpetica, in questo caso non c’è contagiosità. Questa forma di stomatite può comparire all’improvviso e tra i fattori scatenanti si evidenziano lo stress e l’abbassamento delle difese immunitarie.

Stomatite erpetica nei bambini

Quando si parla di stomatite erpetica ci si riferisce alla comparsa di vescicole in numero elevato e distribuite spesso su tutta la bocca e anche all’esterno. Il disturbo può rendere difficoltoso mangiare ed è spesso accompagnato da febbre anche elevata. In questo caso a causare la stomatite è il virus Herpes simplex e il disturbo può anche trasmettersi. Il disturbo svanisce entro venti giorni circa, in questo caso però il medico può valutare la necessità di ricorrere all’uso di un antivirale.

Stomatite bambini: i rimedi

Le cure possibili per la stomatite dipendono da quale forma del disturbo si sta affrontando. Come abbiamo visto nel caso in cui la causa scatenante della stomatite sia l’Herpes si può ricorrere all’utilizzo di antivirali su prescrizione del medico.

lavarsi i denti
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/dentifricio-spazzolino-da-denti-3067569/

Per le stomatiti aftose, invece, non è necessario un trattamento antivirale, quello che si può fare in questi casi è cercare di alleviare i sintomi. Tra le possibili cure ci sono rimedi locali che riducono l’infiammazione e il dolore. Ci sono però anche degli accorgimenti utili a ridurre la sensazione dolorosa provocata dalle afte. Si consiglia, infatti, di bere tanta acqua ed evitare alimenti che possano aggravare il fastidio come cibi troppo salati o acidi, così come l’uso di spezie negli alimenti. Per finire un’accurata igiene orale è importante sia durante gli episodi che come forma di prevenzione per evitare recidive.


A cosa è dovuta la presenza di un ovaio ingrossato?

Come si usano i pannolini lavabili e sono davvero convenienti?