Sigarette elettroniche: San Francisco è la prima città a bandirle

Al bando (anche) le sigarette elettroniche: la prima città è San Francisco

San Francisco è la prima città americana ad aver messo al bando le sigarette elettroniche, dando uno schiaffo alle potenti industrie del settore. La seguiranno in molte?

Da tempo negli Stati Uniti e in Europa si è registrato un notevole aumento in acquisto e uso delle sigarette elettroniche: in America nel 2018 i fumatori di sigarette elettroniche sono aumentati di un milione e mezzo. Ma la sigaretta elettronica è dannosa per l’uomo? Dopo alcune polemiche sull’argomento, la città di San Francisco ha deciso di metterle al bando, sia per la commercializzazione sia, proprio, nell’utilizzo. È la prima città americana a prendere questa decisione.

Sigarette elettroniche messe al bando

A fine giugno 2019 San Francisco, la famosa e bellissima città a nord della California, ha preso una decisione importante per l’economia della città e per la salute dei suoi cittadini. In seguito all’approvazione di un’ordinanza, la città ha messo fuori legge le sigarette elettroniche.

In base all’ordinanza, tutte le aziende che non hanno ottenuto l’approvazione da parte della Food and Drug Administration americana non potranno più vendere e commerciare le sigarette elettroniche sul suolo della città di San Francisco.

Sigarette Elettroniche
Sigarette Elettroniche

Dato che negli anni nessuna delle aziende è stata ritenuta idonea dall’amministrazione per la salute, per alcune componenti ritenute dannose, la decisione non mette al bando un’azienda in particolare bensì tutte le produttrici di questo prodotto.

In una nota, il sindaco London Breed ha specificato il perché di questa scelta: “C’è così tanto che non sappiamo sugli effetti di questi prodotti sulla salute ma sappiamo che le aziende di e-cigarette stanno prendendo di mira i nostri ragazzi con le loro pubblicità attaccandoli a prodotti con nicotina che creano dipendenza“.

Juul, la prima azienda ad opporsi

Juul è una società specializzata nello studio e nella produzione di sigarette elettroniche: conosciuta in tutto il mondo, lavora con i mercati internazionali ma proprio negli Stati Uniti ha la sua maggiore fonte di guadagno ed in particolare a San Francisco, dove si trova la sua sede.

Juul ha infatti deciso di intraprendere una raccolta firme necessarie per far decadere questa ordinanza e per permettere a tutti i maggiorenni di 21 anni di poter acquistare ed utilizzare le sigarette elettroniche.

ultimo aggiornamento: 09-07-2019

X