Si può misurare l’intelligenza di un bambino? Mamme, scopritelo qui!

L’intelligenza del proprio bambino è motivo di orgoglio per ogni genitore ma quali sono i comportamenti che la svelano?

chiudi

Caricamento Player...

Partiamo dal presupposto che l’intelligenza non è oggettiva, nè negli adulti, tanto meno nei bambini, non è un elemento che si può tradurre in numeri. Dire che il proprio bambino è intelligente perchè sa fare una determinata cosa a una certa età, è sbagliato, perchè il dato è irrilevante.

Leggi anche: Archiviata Peppa Pig, i bambini adorano Masha e Orso

L’intelligenza non è una competenza ma un’attitudine. Come si può, quindi , “misurare” l’intelligenza di un bambino?

L’intelligenza di un bambino la si vede dalla sua curiosità per tutto ciò trova davanti a sè, ma anche dalle esperienze che sperimenta giorno dopo giorno, in questo modo si rende sempre più indipendente. L’intelligenza si vede anche dagli insegnamenti che apprende dalle sue stesse esperienze di vita.

E’ importante capire come stimolare i bambini all’apprendimento e alla sperimentazione, solo così potranno accrescere la loro intelligenza.

Sono tante le attività possibili da proporre al bambino per far sì che il suo cervello sia sempre allenato, dalla pittura a dito, allo sport, a giochi manuali, socializzazione con altri bambini e con gli animali.

Parlare molto ai bambini è molto importante fin dai primi mesi di vita, in questo modo si rapporteranno da subito con il linguaggio.

Ma il consiglio più utile per far sì che l’intelligenza del proprio bambino sia stimolata è dare il buon esempio. Il bambino imita tantissimo i genitori, quindi coinvolgerlo in diverse attività e in uno stile di vita sana non potrà che fargli bene e diventa un buon modo per passare del tempo in famiglia.