Si può mangiare il dolce con liquore in gravidanza

Scopriamo se mangiare il dolce con liquore in gravidanza è dannoso per il feto.

chiudi

Caricamento Player...

La gravidanza è un periodo di grandi trasformazioni e mutamenti per la donna, e in un momento così delicato è molto importante fare molta attenzione al proprio stile di vita, per evitare spiacevoli conseguenze a danno del bambino che sta per nascere.

Quindi, ovviamente, dieta equilibrata, niente fumo né alcool, per evitare che il feto possa risentirne, presentando alla nascita diverse problematiche a livello di crescita fisica e mentale. Le donne quindi che hanno l’abitudine di bere vino, dovranno astenersi dal farlo durante la gravidanza, per scongiurare l’ipotesi di ritardo mentale, malformazioni del cranio e problemi a ghiandole fondamentali per lo sviluppo ormonale quali la tiroide, le surreni e l’ipotalamo. Questo accade perché l’alcool assunto viene subito assorbito dalla placenta, ed entra in diretto contatto con il circolo sanguigno del nascituro.

Se da una parte alcuni medici sconsigliano fortemente l’assunzione di vino e alcool durante il periodo gestazionale, ce ne sono altri che invece raccomandano alle future mamme di consumare non più di un bicchiere di vino rosso al giorno per l’azione positiva che svolgono i polifenoli sulle arterie, messe a dura prova durante la gravidanza.  E’ bene ricordare che quando si tratta di bere alcoolici molto dipende dalla tollerabilità della persona: quindi se come si suol dire l’alcool ‘non si regge’ più di tanto, meglio evitarne l’assunzione specie in un momento tanto particolare come l’attesa di un bambino.

Le donne amanti del buon vino si chiedono se sia dannoso per il bebé anche mangiare il dolce con liquore in gravidanza; c’è da dire che quando si tratta di dolci, il liquore non è mai presente in grandi quantità, quindi una volta ogni tanto ce li possiamo concedere. Un discorso differente invece riguarda il babà, che essendo intriso di rum contiene ovviamente una concentrazione di alcool troppo alta, che sortirebbe sulla gestante e sul nascituro lo stesso effetto di un bicchiere di superalcolico.