Sesso all’aperto: 5 consigli per farlo in totale sicurezza

Fare sesso all’aperto è molto eccitante, ma anche rischioso. Vediamo quali sono le regole da seguire per evitare pericoli… e figuracce!

chiudi

Caricamento Player...

Fare sesso in posti strani, specialmente all’aperto, è molto eccitante. A rendere la situzione bollente è sicuramente il senso del rischio, la paura di essere beccati sul più bello, ma allo stesso tempo bisognerebbe evitare di correre pericoli eccessivi.

Ad esempio, potrebbe esserci qualche malintenzionato nei dintorni oppure quel prato tanto romantico che avete scelto potrebbe essere infestato di zecche. Se non volete rinunciare al sesso all’aperto, ma nemmeno alla vostra incolumità, seguite i nostri consigli!

Consigli per fare sesso all’aperto

  • Innanzitutto, se sapete che farete sesso all’aperto, vestitevi in modo pratico: preferite gonne e abitini facili da tirare su, sandali che si sfilino in pochi minuti e magari evitate la biancheria.

sesso all'aperto

  • Scegliete posti lontani da occhi indiscreti e dalle telecamere di sorveglianza: i parcheggi dei supermercati o piazzali vicino a case abitate non sono una buona idea. Attenzione anche ad evitare proprietà private o zone con divieto d’accesso, potreste essere beccati dalla polizia e non sarebbe per nulla divertente…
  • Evitate anche i posti eccessivamente isolati, dove il telefono non ha segnale: in caso di incidenti o malori, non sapreste a chi chiedere aiuto.
  • Attenzione anche all’ambiente naturale. Se scegliete di fare sesso in un prato, fatelo su una coperta ed fate attenzione alle zecche e alle formiche, che possono pizzicare e strasmettere malattie. Lo stesso vale se lo fate in spiaggia, dove sotto la sabbia possono nascondersi animali, aghi e siringhe.
  • Sesso in acqua? Ottima idea, ma attenzione alla contraccezione: il preservativo può facilmente rompersi o sfilarsi del tutto, esponendovi a gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili. Inoltre, anche in acqua si nascondono pericoli, come meduse, pietre taglienti e residui di vetro nascosti sotto la sabbia sul fondale.