Segni evidenti di combattimento tra cani: morsi, graffi e ferite i sei pitbull venivano usati per i combattimenti clandestini ma ora sono salvi, in salute e in un rifugio sicuro.

In provincia di Salerno, quattro femmine e due maschi di pitbull sono stati salvati dai combattimenti clandestini. Grazie a Humane Society International (Hsi) e alla Fondazione Cave Canem i cani ora sono protetti, in salute e al sicuro.

Pitbull usati per combattimenti clandestini nel Salernitano

“I cani, quattro femmine e due maschi di razza pitbull, sono stati trasferiti in un rifugio di Roma. La custodia giudiziaria è stata assegnata alla Fondazione Cave Canem per garantire agli animali un riparo accogliente e il loro recupero psicofisico. I sei cani, infatti, mostrano tutti i segni dei maltrattamenti subiti: cicatrici, ferite aperte, magrezza, fobia e difficoltà a interagire o relazionarsi con i loro simili. Gli animali sono stati immediatamente sottoposti a tutti gli accertamenti veterinari.”

Queste le dichiarazioni di TG Com 24. I pitbull sono stati salvati e portati in un rifugio sicuro. Il fenomeno dei combattimenti clandestini è ancora molto diffuso in Itali ed è difficile da smantellare. I cani vengono addestrati appositamente per essere aggressivi e combattere, a volte fino alla morte. Un problema che ha come radici un giro clandestino di denaro.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2023 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 07-12-2021


Ragazze violentate e aggredite a Varese: “Nessuno ci ha aiutate”

Cani che fiutano il Covid: come vengono addestrati?