Scene di sesso nei film: le bugie più assurde che il cinema ci racconta

Le scene di sesso che si vedono al cinema sono spesso irrelistiche, ai limiti dell’assurdo. Ecco le bugie più frequenti che i film ci raccontano.

chiudi

Caricamento Player...

I film romantici e quelli erotici sono pieni di cliché, come sicuramente avrete notato. Non si vede mai della biancheria intima spaiata, le donne raggiungono sempre l’orgasmo senza problemi e nessuno suda.

BuzzFeed ha deciso di chiedere ai suoi lettori quali sono le cose più assurde e fastidiose viste durante le scene di sesso nei film, vediamo cosa hanno risposto.

Le scene di sesso più assurde dei film

scene di sesso

Una delle cose più assurde dei film è l’assenza di contraccezione: possibile che nessuno mai usi il preservativo? Tutti fanno sesso non protetto, senza nessuna conseguenza? Un’altra assurdità è che i protagonisti delle scene di sesso non comunicano in alcun modo, si limitano a scambiarsi sguardi complici per capire cosa piace all’altro. Generalmente, poi, tutti hanno sempre voglia di far sesso, non bisogna mai chiedere il consenso.

Per non parlare dell’abbigliamente e dell’intimo: i protagonisti della scena di sesso si spogliano sempre in modo molto sexy, senza alcun imbarazzo, e una volta tolti gli abiti la biancheria è sempre impeccabile. Anche durante le sveltine più impreviste, le protagoniste femminili non hanno mai slip e reggiseno spaiati.

E che dire del sesso in doccia: nei film tutto fila liscio come l’olio, anche se nella realtà è un vero incubo logistico, tra pavimento scivoloso e spazi ristretti. I preliminari non esistono, l’uomo riesce a penetrare la donna con un unico colpo, senza alcuna difficoltà e con sommo godimento di lei. Non esistono lubrificanti di alcun tipo, gli attori non sudano mai, nessuno fa figuracce, nessuno ride, tutti sono serissimi e gemono di piacere. La più grande bugia, infine, riguarda l’orgasmo: le donne riescono a raggiungerlo dopo 30 secondi di missionaria e, addiruttura, simultaneamente all’uomo!