Rischiatutto, quando andrà in onda?

Rischiatutto torna in tv in prima serata ad Aprile su Raiuno: due puntate speciali condotte da Fabio Fazio e Matilde Gioli

chiudi

Caricamento Player...

Il Rischiatutto, programma cult degli anni ’70, torna su Raiuno con due appuntamenti speciali. L’edizione 2016 del telequiz richiama alla memoria televisiva il celebre programma televisivo andato in onda dal 1970 al 1975 sulle rete Rai e condotto dal grande Mike Bongiorno. Per la riedizione la Rai ha pensato bene in primis richiamare Ludovico Peregrini, uno degli autori storici della trasmissione, e di affidare la conduzione a Fabio Fazio. Accanto al presentatore di Rai3 c’è la valletta Matilde Gioli.

Rischiatutto 2016 : due puntate il 21 e 22 Aprile

Per l’edizione 2016 del Rischiatutto si comincia con due puntate speciali in onda su Raiuno in prima serata il 21 e 22 Aprile. Nella prima puntata si sono sfidate tre squadre: da un lato i concorrenti storici Signora Longari, Andrea Fabricatore e Maria Luisa Migliari e dall’altro due squadre composte da alcuni vip della tv italiana: Fabio De Luigi, Maria De Filippi e Christian De Sica, Lorella Cuccarini, Vincenzo Salemme e Fabrizio Frizzi. I soldi vinti durante la prima puntata sono stati interamente devoluti in beneficenza, mentre la seconda puntata del 22 Aprile si è giocato sul serio con i primi concorrenti dell’edizione 2.0 del telequiz.

Rischiatutto sbanca l’Auditel

L’edizione 2.0 di Rischiatutto è stata anticipata da “Quasi quasi…Rischiatutto – Prova pulsante” su Rai3: una breve striscia andata in onda dal lunedì al venerdì e la domenica subito dopo Che tempo che fa. L’attesa per la nuova edizione era altissima e i risultati dell’auditel hanno confermato. Si sono superati, infatti, i sette milioni di telespettatori per le due puntate del telequiz a conferma di quanto il programma sia mancato ai telespettatori italiani. Dopo il successo in prima serata del telequiz la Rai ha già confermato la possibilità di una nuova edizione prevista per il prossimo autunno.

(fonte foto: Facebook)