Fino a quando è obbligatorio il seggiolino e quando si può utilizzare il semplice rialzino auto? Vediamo cosa dice la normativa.

Il rialzino per auto è uno dei sistemi di sicurezza passiva utilizzati per la sicurezza stradale. Questo genere di dispositivi viene definito passivo perché il suo scopo è quello di ridurre gli urti e salvaguardare così la salute dei passeggeri.

In termini di sicurezza alla guida, la tutela dei bambini è ancora più importante, per questo è sempre bene essere informati sui sistemi da usare in base all’età e all’altezza dei bimbi. In base a questi fattori esistono due tipi principali di sistemi: da una parte il classico seggiolino e dell’altra l’alzatina per auto. Vediamo quando può essere impiegato il rialzo auto e cosa dice la normativa a riguardo.

Seggiolino o rialzino auto per bambini: i tipi

Il sistema di ritenuta dei bimbi sia esso un seggiolino o un’alzatina deve essere usato obbligatoriamente fino al raggiungimento dei 150 cm di altezza. I dispositivi vengono suddivisi in 5 gruppi in funzione del peso, questa classificazione è quella prevista dalla normativa R44/04.

seggiolino bambino auto
seggiolino bambino auto

Ecco tutti i gruppi:

– Gruppo 0: per un peso inferiore ai 10 kg

– Gruppo 0+: fino a 13 kg

– Gruppo 1: tra 9 e 18 kg

– Gruppo 2: da 15 a 25 kg

– Gruppo 3: per bimbi tra i 22 e 36 kg

Negli ultimi due gruppi (2 e 3) rientrano le alzatine anche prive di schienale.

Rialzino auto: la legge

Per le omologazioni di seggiolini e rialzi si fa riferimento a due normative la ECE R44/04 e la ECE R129, vediamo cosa prevedono. Secondo la normativa in vigore, con le disposizioni ECE R44/04 se l’altezza del bambino è inferiore ai 125 cm bisogna utilizzare un seggiolino che sia munito di schienale. I seggiolini e i rialzi che ricevono l’omologazione da quando è entrato in vigore questo aggiornamento, ovvero da gennaio 2017, sono conformi alla nuova normativa. Queste modifiche però sono riferite solo ai nuovi dispositivi omologati. Ciò significa che i rialzi privi di schienale restano comunque in commercio e potranno essere ancora utilizzati fino a nuove disposizioni.

Parallelamente c’è anche il regolamento R129 i-Size (basato sull’altezza) che è giunto alla sua seconda fase di attuazione. Inizialmente era stato previsto il sistema isofix come obbligatorio, ma con l’introduzione del R129-02 il sistema isofix è diventato facoltativo. Anche in questo caso per altezze inferiori a 125 cm è necessario che i sistemi di ritenuta siano dotati di schienale per rientrare nelle nuove omologazioni.


È possibile prevenire le smagliature in gravidanza?

Qual è la funzione della fontanella nel neonato e quando scompare?