Referendum del 4 Dicembre: gli orari

16 ore per votare la Legge Boschi

chiudi

Caricamento Player...

Referendum del 4 Dicembre: gli orari previsti per il voto coprono l’intera giornata per dar modo a tutti i cittadini di esercitare il diritto all’espressione di una preferenza.

Referendum del 4 Dicembre: gli orari, i documenti e i seggi elettorali

Gli orari in cui sarà possibile votare sono identici in tutta Italia e vanno dalle 7 alle 23 del 4 Dicembre.
Per esercitare il proprio diritto di voto, ogni cittadino Italiano che abbia compiuto i 18 anni può recarsi al proprio seggio elettorale di riferimento munito di un valido documento di riconoscimento e di una scheda elettorale che abbia ancora spazi liberi tra i 18 di cui dispone.

Il seggio a cui recarsi è indicato sulla scheda elettorale stessa ed è il medesimo ad ogni elezione. In mancanza di una scheda valida o in caso di smarrimento si può richiedere l’emissione di una nuova scheda presso l’ufficio elettorale del proprio comune. Gli uffici elettorali saranno aperti dalle 9 alle 18 ogni giorno e, nel giorno del referendum dalle 7 alle 23.

Cosa prevede la Legge Boschi?

I cittadini italiani sono chiamati a votare la Legge Boschi, proposta dal Ministro alle Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi. La legge prevede un intervento corposo sul testo della Costituzione Italiana attualmente in vigore e riguarda nello specifico la composizione e le funzioni legislative del senato, l’abolizione delle province, l’abolizione del CNEL (Comitato Nazionale Economia e Lavoro), alcune modifiche sull’elezione del Presidente della Repubblica.
Il testo della legge Boschi può essere consultato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.
Una comparazione molto puntuale del testo di legge attuale e quello della Legge Boschi può essere esaminato invece su Repubblica.it.
Internazionale invece ha fornito nel dettaglio un’analisi di ogni punto del Referendum del 4 Dicembre ed espone le ragioni del si e del no. Il post viene continuamente aggiornato per rispondere alle domande poste dai cittadini.

Fonte immagine di copertina: Wikipedia