Recuperato un video che smentisce la mamma di Loris: il bimbo non è mai entrato in auto

Delle immagini di alcune telecamere di sicurezza riprendono Loris tornare a casa a piedi e la mamma Veronica Panarello andare in macchina solo col figlio piccolo contrariamente a quanto aveva affermato.

Sono 4 terabyte di immagini di quaranta telecamere a circuito chiuso installate in tutta S.Croce di Camerina a mettere in dubbio le parole di Veronica Panarello, la mamma del piccolo Loris Andre Stival, il bimbo trovato morto in un canalone nel Ragusano.

Dalle immagini risulta che Loris non sia mai salito a bordo della macchina per andare a scuola. Le telecamere riprendono chiaramente il piccolo che, a piedi, ritorna verso casa. Dalle immagini infatti si vede chiaramente come che solo il piu’ piccolo, Diego di 4 anni, sia salito sull’auto con la madre, mentre Loris dopo una breve discussione sia tornato a casa.

E’ proprio su questo video che la Panarello è stata interrogata a lungo dagli inquirenti poiché la donna aveva sempre confermato la versione secondo la quale aveva portato tutti i suoi figli a scuola. La telecamera a circuito chiuso inquadrerebbe il piccolo Loris mentre fa il percorso inverso, fino a uscire dall’occhio dell’obbiettivo. L’indiscrezione al momento non trova conferme ufficiali degli inquirenti.

Veronica Panarello ieri e’ stata sentita un’altra volta dagli investigatori come persona informata dei fatti. La donna ha risposto alle domande per circa tre ore. Intorno alle 23 ha lasciato la questura da un’uscita secondaria.

Il comandante della Legione Carabinieri “Sicilia”, il Generale di Brigata Giuseppe Governale, ha commentato il ritrovamento delle immagini di sicurezza:

“Dobbiamo aspettarci che ci siano delle attività che possano trovare un esito favorevole non a lungo termine. I bambini bisogna sempre rispettarli. Questo è il primo elemento di riferimento per ogni cittadino, per ogni padre, per ogni carabiniere, per tutti”.

In paese, intanto, la gente si mostra solidale con il cacciatore Orazio Fidone. E’ stato lui infatti a trovare il cadavere del piccolo Andrea Loris Stival. L’uomo e’ stato indagato come atto dovuto per compiere accertamenti sulla sua auto e sui suoi vestiti.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 03-12-2014

Emanuela Bertolone

X