Come ravvivare utensili diamantati

Se utilizzati in modo improprio, gli utensili diamantati potrebbero perdere la capacità di taglio.

chiudi

Caricamento Player...

Gli utensili diamantati sono ottimi strumenti che permettono di levigare, forare o tagliare materiale edile e pietra naturale da costruzione. Essendo molto pratici, possono essere utilizzati anche per piccoli impieghi. Se utilizzati per tagliare legno, plastica, vetro o altro materiale non adatto, viene compromessa la loro funzionalità e oltre a rovinarsi la parte tagliente del diamante che sporge dal disco, potrebbero subire danni anche gli stessi diamanti. In questo caso se la corona diamantata fosse ancora nuova o avesse ancora circa 2 millimetri e mezzo da tagliare, l’utensile può essere recuperato ravvivandolo. Ci sono alcune soluzione facili da mettere in pratica per ravvivare utensili diamantati. Una tra le più semplici è quella di ravvivare l’utensile praticando alcuni tagli ad esempio su vecchi pezzi di mole o materiali abrasivi autobloccanti in cemento. Una volta eseguita questa operazione, lo strumento tornerà come nuovo, e taglierà in modo perfetto. Esperti in materia consigliano di ravvivare il disco all’inizio o alla fine di ogni giornata lavorativa. In casi di necessità, come ad esempio in quelle giornate in cui l’utensile diamantato venga usato in modo intenso, il suggerimento è quello di ravvivare il disco anche più volte al giorno. In caso di utensili diamantati per gres porcellanato, si dovrà effettuare un lavoro diverso, rimuovendo tutto il materiale che copre i diamanti o togliendo gli stessi diamanti rimasti danneggiati, facendo emergere in questo modo quelli nuovi.