Avete appena fatto un tatuaggio, e non sapete ancora quanto curarlo? Ecco quanto tempo tenerlo coperto per farlo guarire al meglio.

I tatuaggi sono un simbolo importante, un vero e proprio marchio indelebile che scegliamo di imprimere in maniera permanente sulla nostra pelle, legati ad un significato o a un momento particolare della nostra vita, e proprio per questo così fondamentali.

Se avete deciso di farvi un tatuaggio, sappiate che è necessario tenere a mente alcuni semplici, piccoli accorgimenti, per mantenerlo al meglio e ottenere un risultato davvero perfetto.

Per quanto riguarda la pulizia e l’idratazione, per i primi tempi, all’incirca due settimane, dovrete spalmare sul vostro tatoo una pomata che lo mantenga idratato, ad azione emolliente e lenitiva; potrete scegliere tra:

  • vasellina bianca
  • vasellina con aggiunta di vitamine A e D
  • fitostimolina
  • dermovitamina
  • gentamicina
  • pantenolo

Per quanto riguarda la copertura del tatuaggio, per quattro o cinque giorni circa dovrete tenere coperto il tatuaggio, sia di giorno che di notte, con la pellicola trasparente, quella comune da cucina. Inoltre, se è una stagione calda dovrete sostituire la copertura almeno un paio di volte al giorno per mantenerla pulita.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 10-12-2015


Che cosa sono le Magicstripes per palpebre cadenti

Quanto dura taping estetico viso di Becos