Quanto tempo serve per organizzare un matrimonio

Organizzare un matrimonio può essere un’impresa, ma se tutto è fatto nei tempi giusti diventa un piacere unico da provare.

chiudi

Caricamento Player...

Organizzare un matrimonio. Quanto tempo serve? Il tempo per organizzare un matrimonio non è quantificabile, certamente come il tempo per fare qualsiasi cosa, anche quello da dedicare all’organizzazione del matrimonio non basta mai!

Il tempo vola, ed ecco che mai come nell’organizzazione di un matrimonio, sia che si inizi un anno prima, sia che si abbia a disposizione solo qualche mese, non c’è attimo da perdere, soprattutto se non ci si vuole affidare a wedding planner, ma si vuole pensare a tutto con le proprie energie.

Solitamente la data del matrimonio va fissata con largo anticipo (un anno è più che sufficiente) così che data una deadline precisa, tutto venga poi fatto in funzione a quella data.

Stabilita la data delle nozze, per organizzare al meglio un matrimonio occorre pensare per tempo a chiesa o comune in cui saranno celebrate le nozze e la location per il ricevimento, banchetto, pranzo o cena che sia. Anche queste operazioni andrebbero compiute con un certo anticipo, anche se qui tutto dipende dai luoghi scelti, capienza, richiesta, periodo delle nozze etc. L’importante è che, stabilita la data, tutto venga calibrato in funzione alla stessa.

Alla location servirà, inoltre, conoscere il numero indicativo delle persone che dovrà ospitare, ecco dunque che il passo successivo (indicativamente una decina di mesi prima delle nozze) sarà quello di stilare una lista, anche molto indicativa, delle persone ospiti del matrimonio.

Questo numero (anche se ancora approssimativo) servirà anche come indicazione per le eventuali bomboniere che si andranno a scegliere.

Con chiesa e comune è bene informarsi sui tempi necessari alle pubblicazioni delle nozze, quindi è necessario informarsi con congruo anticipo (sugli 8 mesi circa prima delle nozze) per evitare di correre quanto è troppo tardi!

Per il matrimonio in chiesa, inoltre, andranno concordate con il parroco corso prematrimoniale, letture, canti e quant’altro ritenga necessario, anche se per queste decisioni è bene verificare le tempistiche direttamente con la propria parrocchia, ognuna infatti ha tempistiche proprie dettate dall’affluenza e dai propri impegni parrocchiali.

Diversi mesi prima delle nozze (circa 7) si inizia a pensare agli abiti degli sposi. Può bastare la visita a un solo negozio e la prova di alcuni abiti per individuare quello giusto, ma nel caso ciò non avvenisse, è necessario avere il tempo sufficiente per visitare altri negozi o atelier.

Stessa tempistica per il fotografo. Certamente, anche in questo caso dipende tutto dal fotografo che si vuole scegliere, dai suoi impegni etc, tuttavia è bene non perdere tempo e prenotare il servizio fotografico (o video) desiderato con congruo anticipo.

Sei mesi prima, circa, si può pensare alla lista nozze o viaggio, dipende dalle proprie esigenze, in ogni caso è necessario pensarci per tempo per indicare successivamente agli invitati la propria scelta e il negozio/agenzia cui rivolgersi. Contemporaneamente vanno scelte definitivamente le partecipazioni e spedite agli invitati.

Da scegliere, qualche mese prima, anche il fiorista e gli addobbi floreali, tutto in linea con abiti e il resto, le fedi e gli accessori per gli abiti (in particolare quello della sposa), l’auto.

Definiti questi aspetti, uno o due mesi prima delle nozze vanno raccolte le adesioni da parte degli invitati e qualche settimana prima prenotati tutti i trattamenti estetici che si ritengono necessari, senza dimenticare la prova dell’acconciatura. Tra le tante cose, qualche giorno prima, vanno ritirate le bomboniere, gli abiti, le scarpe e tutto ciò che può servire avere a disposizione in anticipo.

Il giorno del matrimonio non dovrebbe, a questo punto, mancare nulla!