Quanto fa ingrassare l’aceto balsamico

L’aceto balsamico è una componente particolarmente gustosa della nostra cucina: scopriamo insieme il suo valore nutritivo, e se fa davvero ingrassare.

Ogni tanto, su riviste e nei talk show televisivi sull’alimentazione, sentiamo dire che l‘aceto fa ingrassare: niente di più sbagliato! Infatti si tratta di un alimento salutare che, se utilizzato al posto del sale, può aiutarci a stare meglio e addirittura a perdere peso in maniera corretta a consapevole.

Ottimo per dare brio ai vostri piatti preferiti, a base di carne, pesce, ma anche verdure e formaggi, l’aceto è decisamente poco calorico, poiché contiene mediamente dalle 5 alle 20 calorie ogni 100 grammi, una quantità assolutamente irrilevante.

Tuttavia, quando si parla di aceto balsamico, la situazione cambia radicalmente: questo prodotto, che nasce nelle province di Modena e Reggio Emilia da un procedimento di lavorazione del mosto d’uva e dal relativo, lunghissimo invecchiamento (che può durare anche 10 anni!) in barili di legno, va sempre usato con moderazione, poiché è molto più calorico rispetto all’aceto tradizionale: infatti 100 g di prodotto contengono ben 240 calorie, una quantità piuttosto notevole!

ultimo aggiornamento: 25-11-2015

Donna Glamour Guide

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X