Quanto dura un massaggio linfodrenante

Scopriamo quanto dura un massaggio linfodrenante, benefico per combattere gli inestetismi della cellulite.

chiudi

Caricamento Player...

Quando si parla di combattere la cellulite immediatamente il pensiero va alle tecniche di linfodrenaggio: è proprio attraverso il massaggio linfodrenante infatti che possiamo migliorare l’aspetto della nostra pelle eliminando quei fastidiosi accumuli di grasso antiestetici da vedere attraverso gli abiti o quando ci mettiamo in costume da bagno.

Prima di andare dal massoterapista è bene mangiare leggero ed attendere due ore dal pranzo: a fine seduta invece è consigliabile bere almeno mezzo litro d’acqua o una tisana drenante a temperatura ambiente non zuccherata.

Il massaggio linfodrenante è leggermente diverso da quello classico, perché mira a stimolare la circolazione linfatica, a prevenire il ristagno di liquidi e la relativa formazione di pelle a buccia d’arancia, a distendere la pelle, a tonificare i muscoli, a combattere la ritenzione idrica e di conseguenza a prevenire la formazione di cellulite.

La digitopressione viene eseguita con movimenti circolari attorno alla zona dove è necessario drenare i liquidi in eccesso, in maniera non troppo invasiva altrimenti si rischierebbe l’effetto contrario.

Quanto dura un massaggio linfodrenante?

Di solito dai 30 ai 60 minuti, in base alla tecnica impiegata e all’estensione della zona da trattare, e il prezzo varia dai 40 ai 50 euro a seduta. Per cambiamenti visibili dell’aspetto della pelle sono consigliabili almeno 30 sedute da 50 minuti ciascuna.