Quanto costa mangiare all’Harry’s Bar a Venezia

Quanto costa mangiare all’Harry’s Bar a Venezia? Un bel po’, ma c’è un perché!

chiudi

Caricamento Player...

Se vi capita di mangiare all’Harry’s Bar a Venezia, sappiate che siete entrati in un luogo pieno di fascino, un posto quasi leggendario che nel 2001 il Ministero dei Beni Culturali ha dichiarato patrimonio nazionale.

E’ un locale fondato nel 1931 da Giuseppe Cipriani, allora cameriere che venne ricompensato con 30.000 lire dell’epoca da uno studente di nome Harry, ex alcolista, che egli aveva aiutato a rimettersi in sesto finanziariamente qualche anno prima con un prestito di 10.000 lire.

La somma elargita da Harry fece sì che Cipriani potesse mettersi in proprio, dando vita a quello che ancor oggi conosciamo come Harry’s Bar.

In questo locale, che nel corso degli anni ha visto avvicendarsi clienti come Charlie Chaplin, Truman Capote, Arturo Toscanini, Orson Welles, Peggy Guggenheim e Ernest Hemingway (che ha parlato dell’Harry’s Bar anche nel suo romanzo ‘Di là dal fiume e tra gli alberi’), sono nati cocktail come il Bellini e ricette come il carpaccio, e sembra che si respirino arte, storia e cultura non appena ci si siede ad uno dei tavoli.

Quanto costa mangiare all’Harry’s Bar a Venezia?

Naturalmente per un locale così esclusivo a due passi da Piazza San Marco non aspettatevi i prezzi del baretto sotto casa: è un locale ‘storico’ d’Italia. Per maggiori informazioni sui prezzi, il menù e gli orari consultate il sito.