Quanti litri di sangue si possono donare

La legge italiana stabilisce requisiti, limiti temporali e quantitativi delle donazioni: si possono donare fino a 450 ml di sangue intero alla volta.

chiudi

Caricamento Player...

La donazione del sangue è una scelta volontaria che consiste nella privazione di una certa quantità del proprio sangue o di suoi componenti a fini medici.

Il prelievo di sangue può avvenire attraverso puntura venosa oppure attrezzature automatizzate che prelevano solo determinate porzioni di sangue.

Molti conoscono la possibilità di donare il sangue, ma non tutti sanno quanti litri di sangue si possono donare. Il limite di sangue intero donabile in una volta è di 450 ml con una tolleranza del 10%, considerando che il sangue in un adulto del peso di 70 kg si aggira intorno ai 5 litri.

Naturalmente, oltre ai limiti sulla quantità di sangue da donare, la legislazione italiana regolamenta anche la frequenza possibile delle donazioni:

  • tra una donazione e l’altra di sangue intero devono trascorrere almeno 90 giorni, per un uomo dunque le donazioni possibili durante l’anno sono 4, per la donna in età fertile ne sono previste 2;
  • tra una donazione di sangue intero e una di plasma deve trascorrere 1 mese di tempo;
  • tra una donazione di plasma e una di sangue intero devono trascorrere 14 giorni;
  • tra due donazioni di plasma devono trascorrere sempre 14 giorni;
  • tra una donazione di sangue intero e una di piastrine deve trascorrere 1 mese;
  • tra una donazione di piastrine e una di sangue intero devono trascorrere 14 giorni;
  • tra due donazioni di piastrine devono trascorrere 15 giorni per un massimo di 6 donazioni l’anno;
  • tra due donazioni di multicomponenti di sangue devono trascorrere 3 mesi.

Non tutti possono essere donatori, i requisiti previsti dalla legge sono:

  • avere tra i 18 e i 65 anni;
  • avere una massa uguale o superiore ai 50 kg;
  • avere pulsazioni comprese tra 50 e 100 battiti al minuto;
  • avere una pressione arteriosa compresa tra 14,66 e 24 kPa (massima) e tra 8 e 13,33 kPa (minima);
  • essere in buono stato di salute;
  • non avere malattie gravi o patologie croniche;
  • non avere assunto antibiotici nei 15 gg precedenti la donazione;
  • non aver subito estrazioni dentarie nei 7 giorni precedenti la donazione né interventi chirurgici nei 4 mesi precedenti;
  • non essere sottoposti a rischio di malattie trasmissibili né seguire comportamenti a rischio;
  • non fare uso di sostanze stupefacenti (e droghe leggere);
  • non avere soggiornato nel Regno Unito tra il 1980 e il 1986;
  • deve essere trascorso un anno dall’eventuale parto.