Quando mangiare i cibi energizzanti

Ecco quando mangiare i cibi energizzanti: iniziare la giornata nel modo migliore con un pieno di frutta fresca, vitamine e sali minerali.

chiudi

Caricamento Player...

Quante volte vi siete alzati al mattino avvertendo una spiacevole sensazione di stanchezza? A volte il riposo notturno non basta perché i sintomi sono legati a una cattiva alimentazione. Mangiare bene è importante perché aiuta il corpo a bilanciare le energie e a fornire la giusta carica. Non trascurare mai la colazione e non saltare i pasti principali, altrimenti le vostre energie non saranno dosate nel modo giusto. Per riuscire a sfruttare al meglio i benefici di ciò che mangiamo, ecco quando mangiare i cibi energizzanti.

Quando mangiare i cibi energizzanti: ottimi in ogni momento della giornata, dal mattino alla sera.

I cibi energizzanti vanno dosati durante la giornata. Non è il caso di fare il pieno a colazione con il rischio di sentirsi male. Di certo, non bisogna mangiarne tanti a colazione e lasciarsi andare a cibo spazzatura per gli altri pasti. Il momento ideale per consumare cibi energizzanti è al mattino. Il nostro corpo appena sveglio è senza cibo da ore nello stomaco. Tutto ciò di cui ha bisogna è di reidratarsi e nutrirsi nel modo adeguato. Iniziare la mattina con una tazza di tè verde accompagnata da una macedonia di fragole, banane e frutti rossi.

I cibi energizzanti vanno anche consumati durante i pasti principali. Per far sì che vengano assorbiti bisogna però fare attenzione a cosa si mangia. L’avocado, ad esempio è un ottimo energizzante naturale, ma molto calorico. Se mangiato insieme a un piatto di pasta a cena si annulla completamente la sua efficacia. Quando si mangia cibo energizzante è importante bilanciare anche gli altri alimenti. Per uno spuntino a metà pomeriggio l’ideale è un frullato di frutta o verdura accompagnato da frutta secca e yogurt naturale.