Le cattive abitudini delle persone intelligenti: dalle parolacce al mangiarsi le unghie

Secondo la scienza, alcune cattive abitudini sarebbero tipiche delle persone intelligenti. Vediamo quali sono…

chiudi

Caricamento Player...

Dire parolacce non sarà educato, ma pare sia sintomo di intelligenza. Secondo alcuni studi scientifici, riportati su Grazia.it, cattive abitudini come questa sono tipiche delle persone con un intelletto molto sviluppato.

La spiegazione è semplice: le persone più intelligenti sono spesso le più ribelli, quelle che tendono ad uscire fuori dagli schemi. Se vi rimproverano per i vostri difetti, insomma, non dovete prendervela poi tanto. Scopriamo quali sono le cattive abitudini più frequenti tra i cervelloni.

Le cattive abitudini che sono sintomo d’intelligenza

  • Il primo difetto tipico delle persone intelligenti è l’onicofagia. Secondo una ricerca dell’Università di Montreal del 2015, coloro che si mangiano le unghie sono molto precisi e severi con se stessi, cosa che li rende frustrati quando non riescono a raggiungere l’obiettivo che si erano prefissati.

cattive abitudini

  • Secondo uno studio dell’Università della California pubblicato su Psychological Science nel 2012, le persone che sognano ad occhi aperti sono dotate di ottime capacità di problem solving. Hanno inoltre una maggiore memoria, sono più creative e comprensive.
  • Un’altra caratteristica delle persone intelligenti è quella del parlare da soli. A dirlo sono gli psicologi Daniel Swingley e Gary Lupyan, i quali sostengono che parlare con se stessi migliorerebbe la memoria e la concentrazione e aiuterebbe a risolvere meglio i problemi più complessi.
  • A sorpresa, anche spettegolare sarebbe sintomo di intelligenza. Secondo i ricercatori dell’Università di Stanford, spettegolare in gruppo favorirebbe la cooperazione. Inoltre, il gossip aumenterebbe i livelli di ossitocina, l’ormone del piacere.
  • Un gruppo di ricercatori delle Università di Cambridge, Maastricht, Stanford e Hong Kong ha studiato le persone che dicono molte parolacce, scoprendo che sono le più sincere e oneste.
  • Anche se si potrebbe pensare il contrario, le persone molto pigre sono anche molto intelligenti. Lo ha dimostrato uno studio della Florida Gulf Coast University, secondo cui le persone fisicamente più attive si annoiano facilmente e quindi hanno difficoltà a concentrarsi su un obiettivo, a differenza di quelle pigre.
  • Infine, pare che ad essere particolarmente intelligenti siano anche le persone disordinate. Secondo Kathleen Vohs, dell’Università del Minnesota, stare in un ambiente disordinato stimola la creatività.