Quali sono controindicazioni del rinofiller

Si chiama rinofiller e molte di noi l’hanno già sentito nominare. Ci sono controindicazioni? E se sì, quali sono?

chiudi

Caricamento Player...

Il rinofiller è anche chiamato intervento di “rinoplastica non chirurgica”, dal momento che è un’alternativa al quest’ultima e come avrete capito si agisce correggendo esteticamente il naso, senza effettuare nessun tipo di intervento chirurgico.

La magia è operata dal filler che riempie le aree irregolari del naso, per esempio alzandone la radice o sollevandone la punta. La base è acido ialuronico e come già detto viene iniettato nel naso, con un metodo non invasivo e certamente meno dispendioso rispetto alla chirurgia.

La seduta in genere dura mezz’ora e il gonfiore è un effetto collaterale lieve, ma raro. Controindicazioni arrivano se il filler diventa semi-permanente. I prodotti che si riassorbono come l’acido ialuronico, sono in genere innocui, mentre gli altri potrebbero non essere metabolizzati dal nostro organismo. E’ lo stesso principio del rigetto in caso di trapianto d’organi: una volta iniettate nel nostro corpo, queste sostanze potrebbero essere riconosciute come corpi estranei dal sistema immunitario e questo causare grandi gonfiori, ma anche ulcere e persino infezioni, oppure cicatrici.

Se non siamo certe della procedura a cui andare incontro, premuniamoci di provare prima con un intervento assorbibile.