Quali sono i sintomi del tumore al cervello

Il cervello è l’organo più prezioso che possediamo. Sede dell’intelletto e della cognizione, vediamo quali sono i sintomi tipici del tumore in questa sede.

chiudi

Caricamento Player...

L’encefalo e il midollo spinale compongono il sistema nervoso centrale e controllano i movimenti e le azioni volontarie e involontarie. Dal camminare, al respirare, dal parlare al digerire. I cinque sensi hanno sede qui e anche le emozioni e i ricordi.

Il cervello è un meraviglioso organo spugnoso e soffice, suddiviso in cervello vero e proprio, cervelletto e midollo allungato. La prima è divisa in due emisferi e contiene l’ipofisi, l’ipotalamo, l’ippocampo e l’amigdala che controllano le funzioni emotive e non solo. Il cervelletto è più piccolo ed è situato sotto l’encefalo, a livello posteriore. Responsabile dell’equilibrio, della coordinazione, e controlla attività complesse come parlare e camminare. Il midollo allungato, invece, collega l’encefalo al midollo spinale e regola molte delle funzioni fondamentali del corpo come la respirazione, il mantenimento della temperatura e della pressione sanguigna.

Il tumore può colpire qualsiasi parte del cervello, più frequente di tutti è il glioma: rappresenta circa il 40% di tutti i tumori cerebrali primitivi. Esistono poi i medulloblastomi maligni e frequenti in età infantile o nell’adolescenza. I meningiomi nascono ovviamente nelle meningi. Germinomi, neurinomi, craniofaringiomi e linfomi primitivi sono forme di cancro più rare, invece.

Quali sono i sintomi? Dipendono soprattutto dalla localizzazione e dalle dimensioni del cancro. Ogni zona infatti è responsabile di una funzione specifica, come abbiamo detto, quindi sarà quella stessa funzione a essere compromessa. Una grande varietà di campanelli d’allarme lo caratterizzano, ad ogni modo. Se nel lobo frontale, ecco comparire una grande debolezza e incapacità di muovere una parte del corpo, oppure disturbi dell’umore e confusione. Se nel lobo parietale, convulsioni, paralisi, impossibilità a compiere movimenti complessi come lo scrivere o il tenere in mano un oggetto.

Lobo occipitale? Disturbi visivi fino alla cecità, allucinazioni e convulsioni. Se nel lobo temporale, compaiono disturbi dell’equilibrio e del senso dello spazio, incapacità a comprendere e svolgere comandi molto semplici, convulsioni e impossibilità di parlare. Cervelletto? Difficoltà a mantenere l’equilibrio e a coordinare i movimenti, forti cefalee, nausea e vomito.