GHB, conosciuta come droga dello stupro, provoca senso di benessere, rilassatezza, spigliatezza, aumento del desiderio sessuale e della sensazione tattile.

La Gamma-idrossibutirrato, nota con la sigla GHB, nasce come sostanza liquida, insapore e dall’odore pungente, utilizzata inizialmente solo in ambito medico.

Successivamente è stata impiegata nell’ambito sportivo come sostanza dopante e negli anni ’90 la sua presenza ha raggiunto gli ambienti notturni dove è nota col nome di “ecstasy liquida” pur non avendo nulla a che fare con l’ecstasi comune, sia per aspetto che per effetti.

La GHB, conosciuta anche col nome di droga dello stupro agisce dopo 5-20 minuti dall’assunzione e i suoi effetti durano dall’ora e mezza alle tre ore circa. I sintomi che si percepiscono sono senso di benessere, rilassatezza, spigliatezza, aumento del desiderio sessuale e della sensazione tattile.

Gli effetti post assunzione, per intenderci il mattino seguente, sono simili a quelli di un dopo sbronza con senso di vertigini, nausea, confusione mentale e assenza di ricordi.

La facilità con cui può essere somministrata e i casi rilevati hanno coniato il nome “droga dello stupro”: gli stupratori, infatti, la diluiscono in bevande alcoliche e approfittano poi della donna oggetto delle loro mire. Sono molti i casi, non solo all’estero, di stupro collegati alla somministrazione di GHB.

La sua reperibilità è semplice e non solo proveniente dal mercato nero, ma anche sottobanco in ambito medico, sul web. Inoltre il suo costo non è molto alto, circa 10 dollari ogni 20 ml.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Costo ecografia 4D

Stilista dell’abito da sposa di Amal Alamuddin, moglie di Clooney