Quale cipria usare per la pelle con l’acne

Conoscere quale cipria usare per la pelle con l’acne ed ottenere così un incarnato uniforme: vediamo come fare.

chiudi

Caricamento Player...

La pelle acneica è molto delicata e difficile da truccare, in quanto presenta una superficie ‘discontinua’, ricca di rossori, punti neri, brufoli e piccole cicatrici che spesso sono causate proprio dai brufoli maltrattati. Trovare un tipo di make up che consenta a chi ha l’acne di uniformare il colore e mimetizzare le zone imperfette è difficile ma non impossibile. Innanzitutto prima di procedere al trucco bisogna detergere la pelle con una soluzione non untuosa, per non andare a peggiorare la situazione. E’ ottima l’acqua micellare, che si può usare come prodotto unico per il démaquillage. Da provare quella della Collistar, che è disponibile sia nella versione detergente che in quella detergente struccante. Dopodiché, è bene stendere una crema viso che doni idratazione alla pelle senza renderla ulteriormente grassa prima di procedere all’applicazione del make up.

E’ consigliabile orientarsi verso linee specifiche per pelli sensibili o soggette ad allergie, come Clinique o Avéne.

Quale cipria usare per la pelle con l’acne?

La cipria è l’ideale per eliminare le zone lucide di un volto con la pelle acneica, perché contribuisce notevolmente ad eliminarne l’untuosità. Va stesa su tutto il viso con un pennello, e poi tamponata con una spugnetta su ogni brufolo dopo avervi steso il correttore. All’occorrenza si può decidere, dopo questa operazione, di passarla nuovamente per tutto il viso, sempre usando il pennello. Usate la cipria di Bionike ed otterrete risultati assolutamente favolosi.