Qi Gong: la pratica orientale che porta incredibili benefici a corpo e mente

Il Qi Gong, una disciplina cinese dagli effetti sorprendenti su anima e corpo: di cosa si tratta e come praticarla.

Il Qi Gong è una tecnica di allenamento fisico e mentale, le cui origini risalgono al 200 A.C. Nasce in Oriente ed è fortemente influenzato dalle tecniche e gli usi della medicina cinese del periodo corrispondente. Solo nel 1955 otterremo una versione modernizzata di questa disciplina, grazie alla diffusione di queste tecniche anche nel mondo occidentale. Oggi troviamo questa pratica diffusa in tutto il mondo ed i suoi benefici possono essere difficilmente essere messe in discussione anche dai più scettici.

La pratica del Qi Gong si basa sul controllo e la gestione dell’energia interiore, in grado di influenzare il benessere o il malessere dell’uomo. Questa influenza dipende unicamente dall’armonia con la quale gestiamo il flusso vitale che possediamo.

Qi gong
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/enlogar-tai-chi-taiji-qi-gong-3033957/

Le basi del Qi Gong

Si tratta di una serie di esercizi costituiti da movimenti molto lenti e fluidi, digitopressione simile a piccoli massaggi, una gestione impeccabile della respirazione e tecniche di concentrazione. Consiste nell’assumere posizioni statiche per un periodo prolungato di tempo, che sono grado di stimolare fortemente la concentrazione e di dare assoluta percezione dell’energia vitale che ci scorre dentro.

La gestone di questa potentissima energia ci permette di avere una buona padronanza del nostro benessere fisico, attraverso una sorta di rilassamento psicofisico.

La pratica del Qi Gong

Facciamo la breve panoramica descrittiva di una comune sessione di Qi Gong. Si comincia con circa 15 minuti di stiramento muscolare ed esercizi di respirazione, entrambi propedeutici alla disciplina vera e propria.

A seguito del riscaldamento si assumono specifiche posture da mantenere per qualche minuto, in grado di rilassare corpo e mente, cercando di percepire a pieno il flusso vitale.

Dopo le posture statiche si eseguono dei movimenti molto morbidi, dolci e delicati, finalizzati alla corretta incanalatura dell’energia interiore, che termineranno con qualche 15 minuti di meditazione finale.

Per poter provare a mettere in pratica questa interessantissima pratica è necessario rivolgersi ad un professionista specializzato, in grado di darvi tutte le informazioni necessarie sulle modalità di respirazione sulla corretta postura e sui movimenti corporei. Un importante consiglio è quello di cercare di svolgere la disciplina al mattino presto, a stomaco vuoto.

Benefici del Qi Gong

I benefici riscontrabili sono moltissimi e costituiscono un validissimo supporto alla medicina tradizionale e alla cura del corpo in materia di benessere. Tra i più importanti troviamo la riduzione dello stress, in grado di migliorare la qualità del sonno e la capacità di concentrazione durante la veglia.

Anche muscoli e ossa ne traggono giovamento, insieme all’intero apparato circolatorio e polmonare. Questi ultimi sono fortemente aiutati dalle tecniche di respirazione, in grado di ossigenare maggiormente il sangue e migliorare la capacità polmonare.

Non meno importanti sono i benefici costituiti da un maggiore controllo del peso corporeo ed un aumento della libido strettamente legata a specifiche tecniche di massaggio che posso essere effettuate sul proprio partner durante l’intimità, al di fuori dei programmati allenamenti settimanali.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/enlogar-tai-chi-taiji-qi-gong-3033957/

ultimo aggiornamento: 30-05-2019

X