Proprietà dell’anice stellato

Vediamo insieme quali sono le proprietà dell’anice stellato, questo straordinario frutto della pianta sempreverde Ilicium Verum

chiudi

Caricamento Player...

Le proprietà di anice stellato non sono state del tutto confermate da studi scientifici, ma molti sostenitori dei rimedi erboristici consigliano il suo utilizzo per risolvere diversi tipi di problemi. Tra le buone proprietà c’è quella di essere in grado di combattere una gamma di diversi tipi di virus, compreso anche quello dell’herpes . L’azione è specificamente di impedire la riproduzione o la replicazione virale. Data questa capacità, sono prodotti farmaci specifici a cui viene aggiunto acido shikimico, che viene estratto dall’anice stellato. Si ottengono in questo modo diversi farmaci in grado di combattere, per esempio, il virus dell’influenza.

Le proprietà dell’anice stellato: azione antibatterica

Un altro elemento che viene estratto dall’anice stellato è l’anetolo: si tratta di un olio essenziale con un caratteristico sapore di liquirizia. L’olio estratto ha efficacia antibatterica contro alcuni microrganismi, che comprendono le forme batteriche di Escherichia coli e Staphylococcus aureus, che tendono a colpire il sistema digestivo, causando sintomi quali vomito e diarrea. Un’altra proprietà dell’anice stellato è di essere anche un efficace antinfiammatorio e antibatterico. Purtroppo, accanto a queste sue buone proprietà, ci deve essere un antimicotico e un antiossidante. L’anice stellato è anche uno stimolante naturale e un diuretico molto potente, quindi si raccomanda un uso limitato.

Proprietà dell’anice stellato: l’allattamento nelle donne

Tra gli altri vantaggi derivanti dall’uso anice stellato c’è anche quello di promuovere l’allattamento nelle donne. Questo effetto è legato al suo contenuto di diantheole e photoantheole capaci di aumentare la produzione di latte. Anche se questo è un bene per le donne, occorre però prima la consultazione di un medico. Assunto per via orale, l’anice stellato allevia i crampi addominali, indigestione , gas, gonfiore e nausea. Fate però attenzione a non superare la quantità di olio di anice aggiunto, dal momento che potrebbe causare problemi come nausea e vomito.