Ti sei mai chiesta che tipo di posizioni per l’allattamento esistono e quali accorgimenti sono necessari per allattare bene? Scopriamolo!

Esistono diverse posizioni per l’allattamento e, indipendentemente da quella che si sceglie, è importante far sì che mamma e bambino siano comodi e che il piccolo riesca a poppare correttamente. Inoltre, assumere la posizione corretta durante l’allattamento aiuterà anche a evitare che si presentino dolori e irritazioni ai capezzoli con comparsa delle ragadi. Partiamo, quindi, subito dall’illustrare le diverse posizioni per allattare e alcuni consigli utili.

Posizioni per l’allattamento al seno: i primi mesi

Non esiste un’unica posizione per l’allattamento che vada bene per tutte, bisogna, infatti, considerare diversi casi. Per quanto riguarda i primi periodi subito dopo il parto ci sono delle posizioni che più di altre possono risultare più comode.

Ad esempio, allattare da sdraiate, distese su di un fianco, può essere una posizione agevole in molti casi. Specialmente in presenza di punti di sutura o se si è trattato di un parto cesareo.

Mamma che allatta sdraiata
Mamma che allatta sdraiata

Sempre nei primi giorni che seguono il parto, ma anche quando ci si sente stanche, può essere sempre utile allattare da sdraiate. In questo caso però, invece di stendersi completamente, ci si può aiutare con dei cuscini in modo da poter stare in posizione semi-reclinata. Questa posizione può essere assunta anche su un divano o una poltrona e si tratta di una delle preferite per chi inizia ad allattare. In questo modo, infatti, a differenza della posizione da seduta la mamma dovrà fare meno sforzo nel sorreggere il peso del piccolo.

Altri suggerimenti sulle posizioni per allattare

Per quanto riguarda, invece, le posizioni da assumere da sedute, bisogna fare particolare attenzione alla posizione della schiena della mamma durante l’allattamento. Infatti, sia che si preferisca allattare da sdraiate o da sedute, ci sono degli accorgimenti da seguire. Come abbiamo detto la cosa più importante è che sia la mamma che il bambino siano in una posizione confortevole.

Allattamento
Allattamento

Proprio per questo motivo, inoltre, è sempre bene avere a portata di mano dei cuscini. Questi garantiranno il sostegno della schiena e delle braccia, aiutando la mamma a riuscire a tenere il piccolo alla giusta altezza e nella posizione corretta. Per assicurarsi che il neonato riesca a poppare in tranquillità, infatti, è bene posizionarlo in modo che non debba spostarsi o girarsi e riesca, quindi, a raggiungere senza sforzo il seno.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona


Quali informazioni ci fornisce il regolo ostetrico?

Il momento di togliere il pannolino è vicino? Ecco come fare a saperlo