Scopriamo in che fase compaiono, da quali fattori dipendono e in che modo si manifestano le perdite trasparenti in gravidanza.

La comparsa improvvisa di perdite in gravidanza può destare non poche preoccupazioni. Come vedremo, però, per stare tranquille basta osservare il colore delle perdite in modo da riuscire a riconoscere le cause di queste secrezioni. Oggi vedremo a cosa possono essere dovute le perdite trasparenti in gravidanza e in che periodo possono comparire.

Perdite acquose a inizio gravidanza

Una condizione molto comune è la comparsa di perdite trasparenti a inizio gravidanza. Queste secrezioni si concentrano soprattutto nelle prime settimane della gestazione e vengono anche definite leucorrea gravidica fisiologica. Ora che abbiamo appurato che si tratta di una situazione normale e che non c’è da preoccuparsi, cerchiamo di capire a cosa sono dovute queste perdite. Quando le perdite sono trasparenti o biancastre sono innocue e sono dovute semplicemente alle variazioni degli ormoni.

Perdite trasparenti: sintomo di gravidanza?

È importante sottolineare che questo genere di perdite non si manifesta in tutte le donne, ma è abbastanza comune tanto da poter essere considerato uno dei primi segnali che suggeriscono la gravidanza in corso. In ogni caso bisogna anche tenere presente che l’aumento di secrezioni trasparenti si ha anche in altre fasi del ciclo mestruale. Sempre sotto l’influenza degli ormoni le perdite possono divenire più abbondanti proprio in concomitanza del periodo dell’ovulazione.

Corpo donna smile intimo
Corpo donna smile intimo

D’altra parte se consideriamo che i primi sintomi della gestazione sono estremamente soggettivi non si può identificare con certezza una gravidanza solo su questa base. Ascoltare il proprio corpo e cogliere altri segnali tipici dell’inizio della gravidanza può aiutare a fare chiarezza. Tuttavia anche in questo caso non bisogna dimenticare che questi sintomi precoci non accompagnano tutte le gravidanza. Per di più alcuni, come la nausea e i crampi addominali possono essere attribuibili anche a quelli che caratterizzano la sindrome premestruale. L’unico modo di avere la certezza e sapere se si è incinte, quindi, è un test di gravidanza eseguito sulle urine con i kit da fare anche a casa o mediante esame del sangue.


Come cambia il muco in gravidanza

Cos’è la leucorrea gravidica e quali sono i disturbi associati