Perché smettere di fumare fa ingrassare

I motivi dietro l’aumento di peso e i metodi per contrastarlo

chiudi

Caricamento Player...

Che smettere di fumare fa ingrassare è un dato di fatto, e i motivi sono molti. Si tratta di un piccolo prezzo da pagare, ma quello che si guadagna è una vita più sana e felice. Alla lunga, quando avrete recuperato la linea, vedrete che ne sarà valsa la pena! Ma perché smettere di fumare fa ingrassare? Facciamo luce sui dubbi di molti fumatori e scopriamo insieme come contrastare l’aumento di peso dopo aver deciso di abbandonare questo brutto vizio.

Perché smettere di fumare fa ingrassare?

La prima ragione è che fumare brucia calorie, precisamente 250 per ogni pacchetto di sigarette. Sono l’equivalente di 20 minuti di nuoto o 30 di camminata sostenuta. Inoltre, il fumo accelera il metabolismo, favorisce lo smaltimento dell’adipe e toglie l’appetito. Questo succede perché la nicotina aumenta il tasso di zucchero nel sangue e porta a una perdita del gusto e dell’olfatto. Di conseguenza, chi fuma prova meno piacere nel mangiare. I fumatori inoltre usano il fumo come antistress, cosa che altre persone fanno con il cibo. Nel momento in cui si smette, quindi, il metabolismo torna alla normalità, si bruciano meno calorie e si percepiscono gusti e odori.

Come smettere mantenendo la linea

Secondo le statistiche, le donne prendono 2,8 kg e gli uomini 3,8 kg. Ma ci sono metodi per controllare l’aumento di peso. Prima di tutto è meglio scegliere un momento con poco stress per smettere: in questo modo, non compenserete abbuffandovi. Mangiate a intervalli frequenti e regolari (3 pasti e 2 spuntini) e in maniera controllata, dato che avrete più fame. Affidatevi a un dietologo per seguire un regime alimentare sano, con pane integrale, verdure, frutta e proteine. Per eliminare le tossine e sentirvi leggermente più sazie, infine, bevete molta acqua o bevande calde come té e infusi.