L’acquisto del primo passeggino è una scelta importante e bisogna tenere conto dei diversi tipi di passeggini e delle proprie esigenze.

Se ti appresti all’acquisto del primo passeggino per il tuo bambino, saprai senza dubbio che esistono diversi tipi di passeggini tra cui scegliere. Come fare però a scegliere quello più adatto? Oltre a tenere in considerazione l’esistenza di diverse tipologie di passeggino, bisogna anche scegliere in base alle proprie esigenze personali.

Ad esempio, si può avere necessità di optare per modelli di passeggini leggeri o ultraleggeri, soprattutto se si ama molto viaggiare. Un altro aspetto da considerare è anche il sistema modulare e la conseguente scelta tra passeggini trio e duo. Vediamo, quindi, come scegliere tra questi diversi tipi, quello più adatto in base alle necessità.

Passeggini leggeri: quali vantaggi offrono?

In molti casi i genitori preferiscono acquistare un secondo passeggino più leggero da utilizzare come passeggino “da viaggio”. I passeggini leggeri, infatti, sono caratterizzati oltre che dal peso inferiore, anche da una migliore maneggevolezza. Questi modelli leggeri hanno quindi numerosi vantaggi come numerose tasche porta oggetti.

Mamma e bambino con passeggino
Mamma e bambino con passeggino

In alcuni casi, anziché essere a 4 ruote, ne hanno 3, come ad esempio alcuni modelli della Hauck pensati per la città. In ogni caso, più che come alternativa ai sistemi modulari, i passeggini leggeri vengono spesso scelti per affiancarsi ai modelli più robusti, preferiti invece per i primi mesi di vita.

Questi modelli, inoltre, hanno spesso una chiusura compatta che li rende ideali per essere trasportati con comodità. Ad esempio la linea di passeggini yoyo della babyzen, comprende modelli richiudibili perfetti per i viaggi in aereo, date le dimensioni (uguali a quelle di un bagaglio a mano).

Passeggini trio: da cosa sono composti?

Il passeggino trio è una delle scelte che va per la maggiore, specialmente per il fatto che consente di avere in un unico acquisto più componenti. Si tratta di veri e propri sistemi modulari che si trasformano in base alle necessità d’uso.

Il trio è formato, infatti, dall’ovetto, ovvero il seggiolino per auto, e dalla carrozzina, formata dalla culletta o navicella, entrambi essenziali per gli spostamenti del neonato nei suoi primi mesi di vita.

Trascorsi i primi mesi, basta cambiare la seduta del passeggino per poter poi trasportare il bimbo fino ai 3 o 4 anni, a seconda del peso. Quando si parla di questo genere di passeggini, i prezzi medi partono da 250 euro.

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.


Il momento di togliere il pannolino è vicino? Ecco come fare a saperlo

Come si trasforma il seno durante la gravidanza e per quale motivo?