Paola Perego fa shopping con la figlia Giulia per la sua nuova casa

La conduttrice Paola Perego è stata paparazzata mentre fa shopping con la figlia 24enne Giulia Carnevale che sembra sia andata a vivere da sola.

chiudi

Caricamento Player...

Paola Perego e la figlia Giulia di 24 anni sono state fotografate dal settimanale Nuovo mentre si trovavano in un negozio di arredamento. La ragazza è nata dalla relazione, da anni ormai conclusa, della conduttrice di Parliamone…Sabato con il calciatore Andrea Carnevale. La primogenita nei giorni scorsi ha postato su Instagram uno scatto di un campanello con il suo nome facendo così intuire che sta andando a vivere da sola.

#waiting #coming ?

Una foto pubblicata da Giulia Carnevale (@giuliacarnevale13) in data:

Paola Perego: i figli e il matrimonio nel 2011 con Lucio Presta

“Lucio è come se lo avessi riconosciuto, ci siamo ritrovati sui valori: la famiglia, i figli. E poi lui c’è. Sempre. E si prende cura delle persone che ama. Per dieci anni ci siamo visti come fidanzati e siamo andati a vivere insieme solo quando i ragazzi sono cresciuti (sia Paola Perego che Lucio Presta hanno due figli, avuti dalle precedenti relazioni, ndr)) e abbiamo ritenuto che fossero pronti, ma ero terrorizzata. Invece i ragazzi si sono trovati subito: la prima volta che tra di loro si sono chiamati fratello e sorella mi sono messa a piangere dalla gioia. E’ stato un dono di Dio”.

Una donna molto fortunata dal punto di vista privato ma anche lavorativo. Paola ama il suo lavoro e soprattutto il programma che conduce in questi mesi ovvero Parliamone… sabato in onda su Rai1:

“Sono felice di questo programma. Raccontiamo le storie delle persone comuni. Vicende belle, brutte, che fanno sorridere e che fanno riflettere. La vita di tutti i giorni insomma. Famiglie che sono in difficoltà e non arrivano alla fine del mese, madri che non riescono a far mangiare i loro figli. E poi ci occupiamo di femminicidio, è una vera emergenza sociale. Ma alla nostra segreteria telefonica arrivano messaggi di tutti i tipi, sono talmente tanti che dobbiamo cambiare il nastro due volte al giorno”.

A Paola piace raccontare le storie della gente comune. Ecco perchè: “Sono cambiata, crescendo scegli diversamente le tue priorità. Ho compiuto 50 anni e ho bisogno di dare un senso alla mia vita e anche al lavoro. Ho bisogno che quello che faccio sia utile a qualcuno. E’ una presa di coscienza che arriva inevitabilmente con l’età. E poi non faccio niente di straordinario: semplicemente ascolto”.

Infine conclude affermando: “Se dopo 34 anni di lavoro con il mio piccolo programma ho l’opportunità di aiutare le persone questo mi fa stare bene e vado a dormire felice. E ‘chissenefrega’ degli ascolti”.