Raffinati, evergreen del nostro portagioie, gli orecchini piccoli sono quel dettaglio di stile che impreziosisce senza troppo clamore.

Se diamo un rapido sguardo alle collezioni bijoux di quest’anno più che modelli appariscenti, sono gli orecchini piccoli a dominare la scena, diventando una vera e propria mania. Il segreto è nella loro capacità di lasciarsi indossare senza fare troppo rumore, incorniciando il nostro volto con raffinatezza e con quella puntina di lusso che ci valorizza ma senza essere al centro dell’attenzione. Dai modelli più spiritosi, magari con scritte, a forma di animale o floreali, ai modelli invece più sofisticati, quelli che non hanno nulla da invidiare ai cosiddetti modelli a lampadario, potremmo trovare un orecchino minimal da indossare da solo o da abbinare ad un altro differente per ogni occasione day and night.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Orecchini piccoli acciaio: la collezione Click di S’Agapò minimal, funny e chic

Iniziamo dai modelli che sono un investimento piccolo economicamente parlando, ma grande in termini di spendibilità: S’Agapò, la linea giovanile e meno sofisticata che fa capo a Brosway, rinnova ogni anno la sua collezione Click, composta interamente da orecchini in formato mignon come suggerisce già il nome. Dal classico brillantino colorato e luccicante in manifattura acciaio dai 12 euro in su, in color argento, oro rosa o oro, ai cerchietti mini con charms da personalizzare che hanno inaugurato la nuova collezione Happy Collection c’è l’imbarazzo della scelta.

– Dal design più sofisticato e in argento e zircone sono i modelli Stroili, anche questi in un prezzo piccolo che non va mai oltre i 20 euro: si parte da modelli che hanno la dimensione di un puntino fino a quelli che ricoprono l’intero lobo, disponibili anche in forma squadrata e con zircone colorato oltre al classico neutro e cangiante. Un’eleganza minimal che piacerà a chi non vuole rinunciare ad un tocco di classe e di classico.

Tiffany, Saint Laurent, Valentino: modelli estrosi in versione mignon

Dalle firme d’alta moda la mania degli orecchini piccoli viene declinata nel segreto desiderio di tutte noi: indossare qualcosa di unico, che si faccia notare ma senza far rumore. Così nasce una nuova tendenza, orecchini in versione mignon ma ricercati, particolari. Per farvi notare ma senza cadere nel confine dell’eccentrico. Il prezzo sale, ma in vista di eventi o appuntamenti importanti è quell’investimento da regalarsi almeno una volta nella vita.

Tiffany celebra la natura, con i suoi fiori dai petali ricoperti di cristalli, colorati e luccicanti: il brillantino occupa lo spazio del lobo, mentre i petali dall’effetto dinamico decorano finemente l’orecchio. Un fiore o una margherita che si lascia guardare ma senza rischiare di appesantire il nostro look. I dettagli vintage si esprimono anche con il ritorno delle perle, che si trasformano in ciondoli per i VLogo Signature in color oro e con clip a farfalla.

Se nella primavera/estate 2022 Yves Saint Laurent festeggia la bellezza del colore puntando su degli orecchini in pietra dal formato maxi, per la stagione invernale reinterpreta la sua passione per l’era cuff in una versione minimal e pret a porter, puntando su una lavorazione contenuta e avvolgente, oscillando tra modelli pendenti e a lobo, che ripropongono il logo della maison.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 24-10-2021


Come un vampiro, la donna di Louis Vuitton mescola i dress code e viaggia nel tempo

L’insostenibile leggerezza dell’eleganza: i look minimal chic pret-a-porter