Louis Vuitton continua ad esplorare il rapporto tra tempo, moda e immaginazione: un appuntamento che inizia quest’inverno e si rinnoverà nell’estate 2022.

Quante volte ci siamo dette e convinte di dover togliere dal nostro guardaroba un capo ormai fuori moda? Bè per la prossima estate vi consigliamo di pensarci su, perché potremmo fare nostro il diktat che ha caratterizzato la sfilata della primavera/estate 2022 di Louis Vuitton. Dopo il capitolo invernale qui ed ora, che ha ci portato indietro nel tempo con stampe ispirate al mito e alla classicità, anche l’estate 2022 sarà un viaggio a strati: non solo nella composizione dei look ma anche nella scelta di outfit che sintetizzano 200 anni di moda. Ispirazione che il direttore creativo Nicolas Guesquière deve alla serie Irma Vep.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Louis Vuitton primavera/estate 2022: un mix and match di epoche pret a porter

Per chi non ne fosse a conoscenza, Irma Vep è una serie HBO rilasciata lo scorso anno e con protagonista Alicia Vikander. La serie si ispira all’omonimo film del 1996 ed è quindi l’adattamento della storia di quest’attrice che arriva a Parigi per girare un film muto cult del 1916, I Vampiri. Guesquière ne ha curato i costumi, e l’esperienza deve averlo così affascinato da pensare ad una collezione estiva che si appropriasse proprio di una capacità riconosciuta ai vampiri: assistere al passaggio da un’epoca ad un’altra perpetuando la loro immortalità.

Accade così che crinoline e lingerie dal sapore ottocentesco, si tramandino nel tempo e si immagina come possano essere oggi, diventando abiti dal sapore anni ’20 o tramutandosi in giacche frac. Una lezione di fashion e trasformismo, ma anche di come un capo “datato” possa trovare nuova linfa e luce, adattandosi ai nuovi dettami del dress code di tendenza.

Ecco perché la figura del vampiro è stato il motivo ispiratore chiave: “Mi piace la figura del vampiro che viaggia attraverso il tempo, adattandosi ai dress code dell’età in cui vive, mantenendo comunque un certo fascino del passato”, ha sintetizzato il direttore creativo di Louis Vuitton. Tutto è immaginato richiamando quello che era l’evento dell’ottocento più atteso e senza dubbio più fashion: il gran ballo.

I look inspo dell’estate 2022 per esprimere il vampiro che è in noi

Sì avete letto bene, il vampiro che è in noi. Bellezza, mistero, fascino, lasciamo che il guardaroba della prossima estate sia una celebrazione della sua vita e le sue gioie, abbandonandoci a quello che era lo spirito con cui madmoiselle e consorti vivevano l’appuntamento del gran ballo. Femminilità, glamour e sensualità sono le tre parole chiave che ci permetteranno di indossare gonne svasate in chiffon dallo spacco sexy, e da smorzare con la giusta dose di ironia con un paio di anfibi stringati.

I jeans invece abbinati a gilet lunghi in pizzo o finemente ricamati, possono trasformarsi in pants dall’allure sexy e audace da indossare con il sandalo che siamo certe diventerà must have di stagione: lo stivaletto aperto davanti, un po’ sandalo e un po’ anfibio, a tinta unita, fantasia o in tessuto. E non dimenticate di completare sempre il vostro look con un paio di occhiali dai vetri neri e dalla montatura ultra luccicante, omaggiando le mascherine sugli occhi che nell’ottocento piacevano tanto alle signore francesi. Mescolate, osate, accostate gli outfit che mai avreste pensato potessero convivere insieme: così la moda si reinventa e si riscrivete, come insegna Louis Vuitton.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 23-10-2021

Il blu (da sempre) is the new black: ecco come sa renderci eleganti

Minimal e preziosi, gli orecchini piccoli sono la tendenza bijoux più amata (di sempre)