Olio di merluzzo proprietà

Olio di merluzzo proprietà dell’estratto del fegato della specie Gadus

chiudi

Caricamento Player...

L’olio di merluzzo è estratto dal fegato della specie di merluzzo Gadus ed è noto come rimedio della donna per le sue innumerevoli proprietà benefiche. Oggetto di studio, l’olio di merluzzo veniva considerato un ottimo elemento ricostituente durante la Guerra per rimettere in sesto i bambini malnutriti. Ricco di omega 3, l’olio di merluzzo è sicuramente efficace per lo sviluppo del cervello e del tessuto nervoso. Del resto sono proprio gli omega 3 che migliorano l’efficacia del sistema immunitario, abbassando i livelli di colesterolo tenendo sotto controllo i trigliceridi nel sangue. Ma quando va usato l’olio di merluzzo?

Olio di merluzzo proprietà: quando va consumato

Il consumo dell’olio di merluzzo è particolarmente indicato nella stagione invernale, quando le difese immunitarie sono maggiormente esposte agli attacchi esterni. Lo iodio normalmente contenuto nell’odio di fegato di merluzzo serve ad assicurare che la tiroide e gli ormoni che essa produce possano funzionare meglio. Un’azione fondamentale, come detto, che si esplica per lo sviluppo del cervello.

Olio di merluzzo proprietà per limitare l’osteoporosi e l’artrosi

 Questo prodotto si rivela efficace anche per evitare il deterioramento delle cartilagini e rallentare i processi che determinano i problemi alle ossa. Infatti, l’olio di merluzzo si rivela efficace per coloro che soffrono di osteoporosi e artrosi. Inoltre, non dovrebbe mai mancare per le donne che sono in stato di menopausa. Anche a livello estetico possiamo riscontrare numerosi benefici legati al consumo dell’olio di merluzzo. Serve, tra le altre cose, a contrastare la forfora, rafforzare i capelli e le unghie. Non solo, si rivela un rimedio efficace per la cura dell’acne e per mantenere il ph naturale della pelle rinvigorendo la cute. Ricordate semplicemente di non eccedere nel suo consumo, essendo un prodotto ricco di vitamina A e D che potrebbero, in eccesso, causare un ingrossamento del fegato.