Ogni quanto usare il lubrificante vaginale

Il lubrificante vaginale è un ottimo alleato quando la secchezza delle parti intime ci impedisce di vivere il sesso in maniera soddisfacente. Scopriamo quando usarlo.

chiudi

Caricamento Player...

E’ bello vivere la sessualità in maniera completa ed appagante, e perché ciò accada noi donne dobbiamo mantenere costante la nostra lubrificazione vaginale, che inizia insieme al desiderio, ma può venire meno durante il rapporto sessuale, o venire a mancare in presenza di problemi ormonali o psicologici, menopausa, irritazioni o semplice dolore al momento della penetrazione.

Ogni quanto usare il lubrificante vaginale?

Tutte le volte in cui abbiamo bisogno di evitare che la mancanza di lubrificazione rovini il piacere sessuale: in commercio ne esistono ad acqua, che sono i più usati perché naturali, compatibili coi preservativi, non macchiano i tessuti e non ungono. L’applicazione va rinnovata però più volte durante il rapporto perché facilmente assorbibili dall’organismo.

Poi ci sono quelli a base di silicone, la cui azione dura di più, è indicata per rapporti sessuali sotto la doccia o nella vasca da bagno ma non vanno associati a oggetti o contraccettivi in silicone perché potrebbero pregiudicarne il funzionamento.

Infine, quelli a olio, da usare con moderazione e in caso di rapporti anali, che però non vengono assorbiti dall’organismo e possono causare la rottura del lattice del preservativo.

Esistono anche lubrificanti vaginali profumati, colorati, al sapore di frutta, in grado di dare freschezza alla vagina irritata o calore, in modo tale da aumentare il desiderio, e anche stimolanti o ritardanti, ma è bene ricordare che quando si fa sesso e specie se si usano sex toys, ancor prima della lubrificazione è fondamentale curare al massimo l’igiene intima per evitare fastidiose infezioni, e l’uso del preservativo in caso di partner sconosciuti per scongiurare il contagio da malattie sessualmente trasmissibili.