Nuove pratiche sessuali: facesitting e teledildonics

Tra le nuove pratiche sessuali più diffuse fra i giovani troviamo il facesitting e il teledildonics: ma di cosa si tratta?

chiudi

Caricamento Player...

Nell’ultimo periodo, per lo più tra i più giovani, si stanno diffondendo delle nuove pratiche sessuali tra cui il facesitting e il teledildonics: il sesso rispetto a un po’ di anni fa sta davvero cambiando. Sono davvero in molti a voler sperimentare qualcosa di più spinto e originale rispetto alle posizioni ”classiche” utilizzate per fare l’amore con il proprio compagno. Usi e costumi degli uomini e delle donne cambiano da sempre nel tempo: in base a questi, si modificano le relazioni sociali e il modo di vivere anche l’atto sessuale. Sicuramente non abbiamo dubbi: il 2016 è un vero e proprio anno di svolta anche per le coppie!

Le due nuove pratiche sessuali da sperimentare

I tempi sono cambiati e così anche l’attività sessuale subisce dei mutamenti, trasformandosi a volte anche in qualcosa di insolito ma allo stesso tempo molto eccitante.

Sono due le pratiche sessuali che si stanno diffondendo negli ultimi tempi, soprattutto tra i più giovani.

La prima è il facesitting e si tratta letteralmente del classico ”metterci la faccia”: un gioco intimo ed erotico molto diffuso anche se generalmente non sono in molti a volerne parlare.

Consiste nel mettere il volto sulle parti intime del proprio compagno, sia uomo che donna. La moda pare sia scoppiata dopo lo scandalo del divieto di alcuni tipi di contenuti per adulti in Regno Unito.

Protagonista indiscusso per questo 2016 è inoltre il teledildonics: in breve, si tratta di oggetti erotici che possono essere controllati da remoto tramite smartphone e computer.

Dei veri e propri  sex toys usati da una persona e controllati a distanza da qualcun altro: ottimo metodo per chi non può essere vicino al proprio partner in quel momento in cui si ha un forte desiderio.

Non resta che sperimentare queste nuove pratiche sessuali e divertirsi sotto le lenzuola con il proprio compagno.