Nasce la nuova applicazione MyCia, tutta italiana, che dice dove poter mangiare il piatto preferito tenendo conto della città, delle intolleranze e delle preferenze culinarie.

Nata dall’idea di Pietro Ruffoni, Ceo HealthyFood, La nuova applicazione si chiama MyCia è tutta italiana e permette di mangiare il patto preferito ovunque siamo. Grazie all’ideazione della cosiddetta Carta d’Identità Alimentare ogni utente potrà selezionare le preferenze o le esigenze (intolleranze o allergie).

In questo modo, in qualsiasi città ci si trova, si riuscirà a trovare in un solo click il ristorante che fa al caso nostro. I peccati di gola del resto sono comuni a tutti, e ogni palato vuole il suo gusto preferito… Scopriamo subito come funziona l’App più golosa che ci sia!

App MyCia, come funziona

L’idea di Pietro Ruffoni è recentissima, lanciata in occasione del World Food Day del 16 ottobre scorso, e già sta spopolando nel nostro paese. Oltre alla pizza, il piatto che, secondo le ricerche, rende più felici gli italiani, ci sono moltissime pietanze scelte. Chi adora la cotoletta alla milanese, chi la carbonara romana, chi il sushi… ad ognuno il suo gusto preferito e la possibilità di trovarlo, ovunque!

L’Applicazione MyCia, scaricabile su tutti gli smartphone, è il primo advisor food individuale. Il suo funzionamento è semplicissimo e si basa sulla compilazione della propria Carta d’Identità Alimentare. In questa sezione si potrà selezionare il proprio piatto preferito, le intolleranze, le allergie e il proprio stato di salute. Ecco uno scatto di come si presenta la schermata:

Tramite algoritmi l’App sarà in grado di indicare il ristorante migliore, per qualità e recensioni, dove poter gustare il nostro cibo preferito. In più, sarà possibile visualizzare i menù dei vari locali e indicare se si preferisce mangiare con pochi grassi, poco sale e così via. Il sistema riuscirà anche a verificare quali piatti soddisferanno la nostra richiesta!

«MyCia è prima di tutto uno strumento facilitatore e oggi, se voglio mangiare a Venezia una specialità romana come la cacio e pepe, posso realizzare il mio desiderio con tre tap sul cellulare». Così spiega l’ideatore, Pietro Ruffoni, ad un’intervista per Ansa.it e noi siamo ben lieti della sua golosa trovata!

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/smartphone-cellulare-1894723/.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Dove abita Francesco Nozzolino: tutto sulla sua casa

Dove abita Ciro Immobile: scopri il nido d’amore dell’attaccante e di Jessica Melena