Ripartono le visite al Museo Egizio di Torino: la riapertura con una settimana di ingressi gratuiti e nuovi progetti all’orizzonte.

Grazie all’ingresso del Piemonte in zona gialla è stata possibile la riapertura del Museo Egizio di Torino. Dopo la lunga chiusura, c’è finalmente uno spiraglio per un ritorno alla normalità. Con l’annuncio dell’ingresso in zona gialla e la possibilità di riaprire il museo, si è deciso di consentire gli ingressi liberi per tutta la prima settimana di febbraio. L’iniziativa ha riscontrato il favore di tutti, tanto che i biglietti sono andati a ruba in poche ore. La stessa situazione si era presentata a giugno, quando dopo il lungo periodo di lockdown e di restrizioni serrate, alla riapertura c’era stato il tutto esaurito dei biglietti disponibili.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?

Museo Egizio di Torino: riapertura in sicurezza

Nei mesi di chiusura i membri dell’organizzazione del Museo Egizio non hanno mai smesso di lavorare e la riapertura al pubblico può avvenire in sicurezza. Il museo sarà aperto nei giorni infrasettimanali, mentre come previsto dal Dpcm resterà chiuso durante il sabato e la domenica. Con l’annuncio della riapertura i biglietti sono terminati già nel giro di 3 ore.

Gli ingressi saranno contingentati, in primis attraverso la prenotazione dei biglietti e poi, anche all’interno delle sale stesse in modo da permettere di mantenere le distanze tra i visitatori. I visitatori verranno sottoposti a controllo obbligatorio della temperatura corporea, dovranno indossare la mascherina e potranno usare i gel disinfettanti anche all’interno del percorso del museo. In questo modo con il rispetto delle norme sarà come tornare (quasi) alla normalità.

I progetti del Museo Egizio per l’avvenire

La riapertura dei musei offre un barlume di speranza e permette di riavviare il processo di riavvicinamento alla cultura. Un settore quello della cultura che è stato gravemente colpito a causa della pandemia e che ora deve rialzarsi pian piano.

Sarcofago egizio
Sarcofago egizio

L’iniziativa che permetterà gli ingressi gratuiti non è il solo progetto del museo, sono già disponibili le prime visite guidate. Per consentire lo svolgimento delle attività di gruppo in sicurezza saranno consentiti solo gruppi ridotti, di massimo 5 persone. Le visite guidate saranno fruibili attraverso percorsi distinti per ragazzi e per adulti. Inoltre, come annunciato dalla presidente Evelina Christillin, altri nuovi progetti saranno messi a disposizione dei visitatori nelle settimane e mesi a venire.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?


I numeri e i costi del vaccino in Italia: la mappa aggiornata in tempo reale

Vaccino AstraZeneca anti-Covid: ecco a chi è sconsigliato