Immaginato per lungo tempo in ogni dettaglio, Maria Grazia Chiuri lo trasforma in realtà: Miriam Leone sceglie Dior per confezionare l’abito da sposa dei suoi sogni.

L’abito da sposa è uno dei vestiti più importanti, quanto difficili da scegliere nella nostra vita: un perfetto equilibrio tra un modello che ci faccia sentire a nostro agio, che rappresenti la nostra personalità e che al primo sguardo per essere scelto deve essere un colpo di fulmine. Ecco, la cura che Miriam Leone ha dedicato ad immaginare il suo abito da sposa perfetto e renderlo realtà, ci ricorda proprio questo aspetto.

E soprattutto quanto sia importante vivere a pieno questo giorno: dall’acconciatura ai ricami dell’abito, per l’attrice siciliana il matrimonio è stato un punto d’arrivo cruciale per la sua storia d’amore con Paolo Carullo, che ha celebrato in ogni particolare diventato così simbolo di questa unione.

Scopri i luoghi dei più famosi delitti italiani

Miriam Leone sposa: l’abito Dior

Miriam Leone infatti non ha nascosto ai suoi follower l’importanza che ha avuto per lei la scelta e la realizzazione dell’abito che l’avrebbe portata all’altare: diversi infatti sono i post che hanno rappresentato sul suo profilo Instagram una sorta di making of del suo abito da sogno – dopo il matrimonio naturalmente – perché come proprio lei ha affermato, non ha fatto altro che immaginarlo a lungo nella sua testa e pensare a come potesse essere.

Così prima delle nozze è volata a Parigi per indossare per la prima volta ufficialmente l’abito da sposa confezionato per lei da Maria Grazia Chiuri, direttrice creativa della maison, che per la seconda volta ha confezionato un abito da sposa su misura, soprattutto dei desideri delle sue bride to be. Esperienza documentata proprio in un post.

Prima di Miriam Leone, anche Chiara Ferragni aveva fatto richiesta di un abito da sposa pensato per lei: puro, semplice, elegante e in pizzo, un modello raffinatissimo che ha messo d’accordo tutte. Sullo stesso stile anche quello di Miriam Leone in effetti, anche lei ha scelto un modello accollato e in pizzo chantilly, chiedendo anche qualche particolare in più.

Miriam Leone, l’abito: il velo “di spighe” realizzato per l’attrice

“Desideravo che il mio abito avesse il velo e che il motivo del ricamo fossero le spighe di grano, bellissimo simbolo, lo sognavo e disegnavo nella mia testa fantasticando”, ha scritto Miriam Leone in un post nel quale ha raccontato tutti i dettagli del suo abito: ricamato a mano, gonna in organza leggera per dare dinamicità al suo abito e corpetto, ma più di ogni altro particolare, il velo è senza dubbio un’opera di amore e artigianato.

Le spighe che ricoprono il velo e che sono state scelte da Miriam sono tema simbolo del suo abito da sposa, sono simbolo di pace, abbondanza e ricompensa, sicuramente legate a quello che per l’attrice ha rappresentato questa storia: un’amore che ha curato le ferite e che ha lasciato alle spalle gli amori passati. Ecco come un abito pensato per un giorno speciale diventa anche un piccolo capolavoro su cui ricamare la storia di chi lo indossa.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 21-09-2021


Passepartout d’autunno ed oltre: l’abito nero, elegante evergreen

Accessori trendy autunno/inverno 2021: i must-have della stagione