Scopriamo come seguire tutte le fasi della gestazione e capiamo come si calcolano i mesi di gravidanza e a quali settimane corrispondono.

La gravidanza è un processo costellato di cambiamenti, con il trascorrere dei mesi di gravidanza in corpo va via via incontro a trasformazioni sempre più evidenti. Nei nove mesi che separano dal momento del parto il corpo si prepara ad accogliere una nuova piccola vita al suo interno. Per riuscire a seguire il corso della gestazione a partire dai primi mesi di gravidanza e lungo tutto il percorso che condurrà alla nascita, bisogna conoscere la corrispondenza tra settimane e mesi di gravidanza.

Calcolo mesi di gravidanza

Per indicare in maniera precisa in quale fase della gravidanza ci si trova è consuetudine utilizzare le settimane e non i mesi. È importante, però tenere conto che il calcolo non viene fatto dalla data presunta del concepimento, visto che si tratta di una data difficile da stabilire. Per questo motivo si considera la data dell’ultima mestruazione come giorno di partenza per calcolare la data presunta del parto e seguire le fasi della gravidanza.

Calcolo data presunta parto
Calcolo data presunta parto

Ma qual è la corrispondenza tra mesi e settimane di gravidanza? Il primo mese inizia dalla prima settimana e dura fino a 4 settimane e 3 giorni, mentre il nono mese si conclude a 40 settimane e 0 giorni. Vediamo tutti i mesi schematicamente:

  • Primo mese: dalla prima settimana a 4 settimane e 3 giorni
  • Secondo mese: da 4 settimane e 4 giorni fino a 8 settimane e 5 giorni
  • Terzo mese: da 8 settimane e 6 giorni fino a 13 settimane e 1 giorno
  • Quarto mese: da 13 settimane e 2 giorni fino a 17 settimane e 4 giorni
  • Quinto mese: da 17 settimane e 5 giorni fino a 21 settimane e 6 giorni
  • Sesto mese: da 22 settimane (e 0 giorni) fino a 26 settimane e 2 giorni
  • Settimo mese: da 26 settimane e 3 giorni fino a 30 settimane e 4 giorni
  • Ottavo mese: da 30 settimane e 5 giorni fino a 35 settimane (e 0 giorni)
  • Nono mese: da 35 settimane e 1 giorno fino a 40 settimane (e 0 giorni)

Quando si arriva al termine?

Non è detto che la gravidanza venga portata a termine entro le 40 settimane esatte. Per questo motivo bisogna considerare un ulteriore limite in cui vanno aggiunte altre due settimane. Superate le 42 settimane di gestazione la gravidanza viene considerata post-termine.

Spesso per aiutare le future mamme a seguire l’andamento della gestazione, i ginecologi forniscono loro un regolo ostetrico. Attraverso di esso è possibile seguire costantemente l’andamento delle settimane e dei mesi di gravidanza.


Cosa scatena l’acne neonatale e quali rimedi sono necessari?

Riconoscere e prevenire i sintomi della rinite allergica nei bambini